Home page Alessandro e Francesco


Torna alla home page
Vedi le news
Vedi gli orari dei corsi
Vedi gli approfondimenti sul judo
Vedi la composizione del consiglio direttivo
Vedi le foto e i video
Vedi i link
Entra nell'area riservata

News        

Luglio/Agosto 2011
L'ASD J TV ai Centri Estivi


Aggiornamento del 22/07/2011

Bene vediamo velocemente cosa è successo fino a qua e sempre mille grazie ai protagonisti di questi aggiornamenti ai quali ho voluto dedicare più immagini che parole!!!

Luglio 2011
Lignano-All. con la Nazionale U 17

Siamo andati fino a Lipari certamente non potevamo mancare qui a Lignano dove la Naz cadetta sta preparando EYOF (i giochi olimpici della gioventù europea) e i Mondiali. Così Luisa e Seba, sempre e solo loro due, sottolineamolo, conciliando perfettamente impegni personali e sport hanno dato il loro contributo all'allenamento dei titolari traendo certamente vantaggio loro stessi dal confrontarsi con questa elite. In foto il meritato premio dopo un pomeriggio di fatica. BRAVI. Che dici seba lo diciamo a Luisa cos'è sto KIT??? :-)


Luglio 2011
Cesenatico-Luisa allo stage con gli atleti veneti più meritevoli

Grande Luisa sempre presente a tutti questi appuntamenti. BRAVA..di cuore veramente BRAVA.


Domenica 3 Luglio
Murano-Torneo di Calcetto del judo veneto

DISFATTA, TRADIMENTO, CONFUSIONE e chi più ne ha più ne metta, insomma come le più blasonate formazioni di calcio anche per noi la difesa del titolo, conquistato lo scorso anno, è impresa impossibile e con un ardito testa coda ci siamo trovati sul fondo della classifica. Ma in verità ci siamo divertiti un sacco e questa è la cosa più importante. Anche se abbiamo mangiato poco e speso un botto, oltre aver preso un sacco di palloni (ma il Manzo ha fatto quattro goal), la cornice di Murano, Venezia nella sua totalità, le Vignole sono tutti posti incantevoli, l'organizzazione e la disponibilità dei padroni di casa è encomiabile, insomma è stata una bellissima giornata che speriamo si ripeta negli anni. Voglio dire vengono da tutto il mondo per vedere Venezia e le sue isole...e noi possiamo addirittura andarci a giocare a calcetto!!!!


Giugno 2011
Cena delle Porte

Di solito il passaggio dalla stagione ufficiale a quella estiva è segnata da questo appuntamento. Ancora una volta così abbiamo smontato tutte le porte e costruito una tavola attorno alla quale abbiamo brindato ..A NOI!!!


Giugno 2011
Lipari-Stage e Trofeo di Lipari

Meritato e bellissimo stage nelle splendide isole Eolie. Presente la naz U 17 in preparazione per gli Europei (per quello decidiamo di andare) e tutti i più forti cadetti e juniores, nonchè alcuni gruppi sportivi militari che hanno contribuito ad alzare il livello. I nostri da parte loro non si sono risparmiati, peccato che un giorno Luisa sia rimasta ko per un bestiale virus intestinale che, tra le altre cose, al sottoscritto, ha fatto passare una notte da esorcista nel tentativo di debellare il demonio che, povera, ha costretto Luisa a rigurgitare anche l'anima. Vabbè il virus non le impedirà di fare poi una bella gita a Vulcano e di salire sullo stesso per ammirare un paesaggio impareggiabile. Non le impedirà nemmeno di gareggiare e salire sul gradino più alto del podio. Anche Seba salirà sul podio, terzo, ma per lui la gara sarà una valle di lacrime..diciamo stanchezza! Una menzione d'onore al sottoscritto che ha guidato per ore, ore ed ore e ancora ore.


Sabato 11 e Domenica 12 Giugno 2011
Frohnleiten (Graz)-13. Int. Judotournament CREATIV Graz Styrian Judo Panther 2011

Come raccontare questa nostra trasferta in terra austriaca se non con un semplice, ma efficace "ESALTANTE". Grandissima organizzazione, ottime strutture, livello "judoistico" buono soprattutto con i più piccoli. Poi l'aspetto sportivo ha dato comunque buone indicazioni, tenaci e più consapevoli le bimbe con Luisa sul podio, Tatiana, Giulia e Laura quinte, Sara settima, mentre i maschietti hanno decisamente sofferto. Ma qui si torna sempre ai soliti discorsi. Nel judo sportivo nessuno ti regala niente, tutto quello che ottieni è perchè te lo sei guadagnato e questa ricerca e questo senso del sacrificio, questo aspetto della lotta che poi è uno dei suoi principi educativi più importanti, ancora latita. Vabbè accettare la sconfitta, rialzarsi dopo essere caduti ecc è ugualmente importante in questa fase. C'è da lavorare insomma e noi questo faremo. La trasferta a Graz era anche la prima importante uscita per i più giovani e tutto sommato dai tutto è filato liscio, qualche capriccio, ma poche sbavature nel complesso. Ne faremo delle altre.



Sabato 4 e Domenica 5 Giugno 2011
Caorle (VE)-Corso di Aggiornamento Ins. Tecnici
Treviso-Festa dello Sport\Esibizione

Ancora in piazza a mostrare la forza del nostro gruppo e questa volta in Piazza dei Signori, splendida cornice cittadina riservata non solo al Judo Treviso, come rappresentante della più importante disciplina della FIJLKAM, ma anche alle altre discipline federali, nell'ambito della Festa dello Sport, dove ogni piazza è dedicata ad un'attività. Quale occasione migliore per celebrare il rito della consegna delle cinture dopo un anno di attività intensa e soprattutto dopo gli esami, che hanno visto oltre cento nostri piccoli atleti sostenere la prova davanti alla commissione formata dagli Insegnanti Tecnici e per i più "fortunati" presieduta dal M° De Carlo. Il Maestro stesso non ha voluto poi mancare alla cerimonia in piazza suggellando l'enorme passione che contraddistingue il nostro sodalizio.



Domenica 29 Maggio 2011
Mestre (VE)-2° Trofeo Es a

Penultimo appuntamento per lo squadrone dei "ragazzi del 99"...1999...mamma come passa il tempo. Beh a parte queste digressioni sul tema, luci ed ombre dalla gara. Alla fine come sociètà siamo secondi, ma io, in questa occasione volevo che arrivassimo primi. Già!!!...che abbiano buone capacità è assodato ora quello che conta è costruire in loro la mentalità. Staremo a vedere.


Domenica 22 maggio 2011
Treviso-"EDEN un paradiso di sapori"\Esibizione

Avendo scelto di non partecipare ai Giochi del Veneto con i nostri 2 es b, partecipare a tutte le gare tanto per farlo non ha molto senso, abbiamo così aderito molto volentieri all'invito ad esibirci nell'ambito di una ormai tradizionale festa di quartiere. La nostra è stata una vera prova di forza e coesione e altrettanto di livello è stata l'accoglienza che gli organizzatori ci hanno riservato. Un caldo bestiale, ma un bel pomeriggio anzi una bella giornata passata tutti insieme...FORZA DEL NOSTRO GRUPPO...


Aggiornamento del 20/05/2011

Treviso-Conclusione del 1° corso di "Difesa Personale Femminile"
Si sono conclusi Martedì 17 e Giovedì 19, dopo ben 12 appuntamenti, i 2 corsi di Difesa Personale femminile organizzati dal Comune di Treviso con la collaborazione di alcune strutture cittadine tra cui appunto la nostra. Un vero successo in termini di partecipazione, oltre 60 le iscritte ai nostri due appuntamenti che erano organizzati al mattino del Martedì e nel tardo pomeriggio del Giovedì e che oltre alle partecipanti hanno visto coinvolti ben 6 componenti del nostro staff, sempre coeso nel realizzare al meglio ogni progetto. Molto apprezzati anche gli interventi di tre professionisti, un avvocato un medico e una psicologa, che hanno completato il programma del corso con interessantissime lezioni teoriche.


Aggiornamento del 15/05/2011

Mi sono concesso una pausa ma ora eccomi!

Domenica 14 Maggio 2011

Eraclea (VE)-Qualificazioni U 23

e che dire..Sabato tutto è filato liscio. Per queste qualificazioni ai Campionati Italiani under 23 non c'erano particolari motivazioni, gli accordi presi con Gianluca erano chiari, si andava a conquistare qualche punto per il secondo dan come promesso; il risultato non era importante, la qualificazione neppure, ed in ogni caso la trasferta a Bari non rientrava nei programmi. Gian sostanzialmente è rimasto solo nel suo cammino, la brutta botta, poi, delle qualificazioni junior non è stata mai assorbita del tutto, nemmeno con il successivo buon risultato ottenuto alle qualificazioni per il Campionato Assoluto al quale, poi, Gian stesso, comunque, aveva preferito non partecipare. Gian ha smesso così di allenarsi con costanza, ha un po' mollato, ridotto i ritmi, diciamo ha scelto di assecondare la sua indole e il suo momento, ma senza sparire del tutto e... va bene così!!! portarlo a questa gara, come sempre, per me era principalmente un dovere di riconoscenza, Gian come gli altri del suo gruppo, ha dato a me e alla società moltissimo e a un certo punto, quando la benzina finisce è inutile voler spingere sull'acceleratore, l'obiettivo deve essere quello di non perdere del tutto l'atleta, l'amico, e poi c'è sempre la speranza di vederlo, pur poco allenato, tirare alla grande. E così è stato, almeno fino alle battute finali, fino a quando cioè Gian non si è intimidito perdendo sicurezza e convinzione. Gian Sabato era in versione semiflat "quasi tutto compreso" per dirla come una pubblicità, del resto Il clima era sereno e rilassato, non aveva nemmeno dovuto tirare il peso, del resto era meglio fare i 66 dove c'èra più gente e dove la possibilità di raccogliere i 12 punti che mancavano al secondo dan era maggiore (anche se per farlo erano necessarie 4 vittorie). Andiamo in cronaca... :-)...L'inizio è vibrante Gian sale e in pochi secondi marca waza-ari con un seoi continuato in spinta (bellissimo) l'incontro prosegue tranquillo, Gian non forza più come è giusto che sia, poi a pochi secondi dalla fine o-uchi e altro waza-ari..e qui viene il bello, il tavolo aveva sbagliato assegnando il punto precedente all'avversario, di tempo ne è passato, gli arbitri ne sono consapevoli, ma figuriamoci se tornano sui loro passi, inutile commentare, per fortuna è arrivato quel secondo punto, penso, perchè Gian giustamente aveva lasciato morire l'incontro, e vabbè nel golden score velocissima accelerazione e con una "manzata" (kata guruma senza presa alle gambe) lancia l'avversario per l'ippon finale. Anche il secondo avversario non è particolarmente temibile però è più piazzato e infatti cerca di imporre la presa alta. Gian si adatta, buon gioco d'anca, e pregevole o-goshi. Nei quarti i giochi si fanno più duri, ad attenderlo una vecchia conoscenza, ma bastano pochi secondi per un seoi tanto veloce quanto preciso. Bene! troppa grazia fino a questo punto e in semifinale, come detto, si riaffacciano i soliti mostri, forse semplicemente la paura di dimostrare a tutti che è il più forte, e contro un avversario per nulla pericoloso Gian torna mansueto e inoperoso così al solito un doppio shido gli impedisce la finale, poi per il terzo posto ci prova in tutti i modi a mettere a rischio medaglia e secondo dan, ma passa. Podio, qualificazione, e secondo dan in sole cinque gare (nemmeno i responsabili del comitato ci credono che abbia già totalizzato i cinquanta punti necessari in così poco tempo..io invece conosco il suo valore). Avanti!.

Gianluca è secondo dan


Domenica 8 Maggio 2011

Pordenone-35° Trofeo Int. "Città di Pordenone"

A Pordenone ancora una volta i nostri giovanissimi sono al completo e con loro Luisa dopo quasi un mese di assenza. Più dura la vita in Friuli, ma i nostri non si lasciano troppo intimidire e se per la prima volta registriamo un passaggio a vuoto di Vittorio, Pordenone è anche l'occasione per la prima soddisfazione di Luca, mentre dagli altri le solite conferme. Nikita, Giacomo, Paolo, Matteo, Andrea, Tatiana fanno bene conquistando un po' tutti un posto sul podio con la sola Sara a bocca asciutta per mancanza di avversarie. Ma la strada è decisamente ancora lunga, per ora però il gruppo c'è. Bravo Sergiu, ma ancora non sufficientemente sereno da meritarsi il podio, mentre Luca viene a farsi una garetta e si piazza secondo dimostrando una certa solidità, ma per contiunuare con un rendimento di livello serve costanza. Brava Luisa che a 63 non fa una piega e supera le sue avversarie confermandosi in crescita e dotata della necessaria volontà di migliorarsi, ma soprattutto del gusto di lottare, dote che invece sembra mancare ai suoi coetanei boh...mistero generazionale.


Domenica 1 Maggio 2011

Feltre (BL)-3° Criterium Interprovinciale

Primo Maggio in quel di Feltre. Ottima occasione, tornando a casa, per un pranzetto in mezzo al verde delle colline trevigiane. La garetta infatti è solitamente ben organizzata e veloce. Tutto bene e questo basta!


Sabato 16 e Domenica 17 Aprile 2011

Corso Reg. qualifica M.G.A. (Metodo Globale di Autodifesa)

Eccoli i nostri quattro nuovi esperti di difesa personale. Non solo gare dunque. Anche un continuo aggiornamento per tutti, a conferma di un entusiasmo attorno a quello che facciamo sempre in crescita.



Attività Master

L'amico Gianni ci fa avere le foto della brillante affermazione al 2° Open d'Italia Master di Follonica, tappa di avvicinamento ai campionati europei e mondiali ai quali parteciperà vestendo i colori del Judo Treviso.


Domenica 10 Aprile 2011

Pederobba (TV)-Trofeo di Pederobba

Per fortuna ho lasciato passare un po' di tempo perchè tanta era rabbia e delusione che chissà cosa avrei potuto scrivere. Un sabato e una domenica davvero nerissimi dove la fragilità dei nostri cadetti si palesa al di là di ogni possibile giustificazione. Ti addormenti credendo di aver finalmente qualcuno con cui lavorare seriamente, ma ti svegli scoprendo che in verità era tutto un sogno. Già perchè se tiriamo le somme il risultato è nullo, tutto ruota attorno ad un traino, questa è la realtà, quando questo si ferma si ferma tutto. Peccato per Luisa, reduce dalla varicella, che sbanda passando in poche settimane da una certa solidità al "barcollo, ma non crollo (o non mollo)"..o almeno speriamo che il barcollare non sia preludio di caduta... Salta nell'ordine allenamento regionale e gara a Pederobba perdendo definitivamente la leadership del Gran Premio Veneto. Limitiamoci a dire PECCATO!!! fingendo che il tutto non fosse dovuto solo ad un impegno mondano e frivolo. Ma il momento difficile è un po' a 360 gradi così il rendimento scolastico non è all'altezza e si salta anche Genova...è la prima volta dopo anni. Ferma lei, gli altri nemmeno si prendono la briga di giustificarsi o di spiegare il perchè a Bassano erano in mille, a Cittadella poca roba, e poi nulla più. Insomma mancano i presupposti non tanto per essere vincenti, ma addirittura per costruire qualcosa. La partecipazione attiva insomma è una chimera, il sacrificio la fatica, bestie malefiche dalle quali guardarsi bene, competere, mettersi alla prova invece a cosa serve, ma la confusione tra un passatempo e un impegno regna sovrana un po' a tutti i livelli non solo tra i ragazzi, qui manca si! l'entusiasmo, ma anche cultura sportiva. Ma possibile che riguardi solo i nostri? Comunque lo dice anche un noto cantante del momento "+ vuoi e - avrai, + dai e - prendi". Per fortuna ci sono gli esordienti "A", capaci come sempre di strapparmi un sorriso. Ancora una bella prova la loro, con tante medaglie e tanta buona volontà.


Sabato 9 Aprile 2011

Allenamento Regionale

Sarebbe stata una bella occasione, le altre palestre erano al completo, dei nostri invece non c'era nessuno , escluso Raffaele. Cos'altro aggiungere. Ylenia Scapin è stata tra le più importanti interpreti della nostra disciplina la curiosità di vederla all'opera doveva essere una valida motivazione a non mancare, ma non è per tutti così e le priorità sono altre..prendiamone atto!


a mitigare la delusione almeno agli allenamenti ci sono sempre un bel po' di amici con cui farsi 2 risate...


Aggiornamento del 04/04/2011

Domenica 3 Aprile 2011

Possagno (TV)-2° Criterium Interprovinciale

Bene!!!...è arrivato il momento di rallentare...e cosa di meglio se non farlo compiendo una virata a favore di chi ancora, spensierato, gode di un sano entusiasmo? Già perchè attorno all'entusismo gira un po' tutta l'attività, già perchè il weekend appena trascorso segna deciso l'inizio di una nuova stagione, non solo metereologica. Gian rinuncia agli Assoluti, e ad oggi, lo diamo pure per disperso, essendo ormai passata più di una settimana dalla sua ultima apparizione e sue notizie non se ne hanno ancora. A uno ad uno gli juniores, e neo seniores, hanno così tirato i remi in barca, ma anche i cadetti, chi per un motivo chi per un altro, a onor del vero alcuni sono infortunati o ammalati, hanno iniziato a viaggiare in alto mare spinti qua e là a seconda di come tira il vento, e la bella giornata di Bassano sembra ormai solo un ricordo, speriamo però non sia il ricordo di un "canto del cigno". Comunque inutile correre dietro a chi scappa, le regole del gioco questi le sanno, è giusto indicare la strada e poi..."quando l'allievo è pronto il Maestro appare" recita un detto zen. Indicare il modo, spiegare il senso è sempre più ciò che ci compete ed è sempre divertentissimo osservare i giovanissimi esordire, lontani da ansie e concentrati solo su quello che fanno, ridere e scherzare, cadere e rialzarsi, vincere o perdere senza capire bene cosa sia successo. Domenica a Possagno insomma è stata una festa, peccato per alcuni "fuori luogo" degli organizzatori, ma nulla capace di scalfire una bella mattinata di sole e sport tra le colline trevigiane. Anche quest'anno la base sembra forte, in partenza ben 21 tra ragazzini e ragazzette, e poi solo due defezioni, quindi 19 in gara..speriamo quindi che siano rose e che fioriscano, ma soprattutto che abbiano vita più durevole di quella di una farfalla...


Aggiornamento del 28/03/2011

Domenica 27 Marzo 2011

Cittadella (PD)-Trofeo Città Murata

Il tempo non migliora e la pioggia di medaglie continua a cadere a catinelle. Va bene così! Ancora podi tutti azzurri a colorare l'ennesima giornata di gare. Non sbagliano gli esordienti A, che con 7 medaglie in 9 fanno bottino pieno, ma non sono da meno gli es b e i cadetti. Alla fine saranno 11 medaglie con 14 atleti, un buon risultato insomma..ma è il judo quello che conta non certo la medaglia, e ancora molto si può anzi si deve fare..


Malta-27° Malta International Judo Open
Alla sua prima convocazione con la rappresentativa regionale Luisa lascia il segno, portandosi a casa dall'isola di Malta un pesantissimo argento..brava l'impegno paga. Bella esperienza a dir suo, ma chiederle di scrivere qualcosa o ancor meglio sperare che ci dia un resoconto di sua iniziativa è come crededere agli UFO ahahahah :-)..speriamo almeno nella foto.

DAI CHE FORSE I MARZIANI ESISTONO!!!


Aggiornamento del 21/03/2011

Sabato 19 e Domenica 20 Marzo 2011

Bassano (VI)-Trofeo Città di Bassano(Campionato Regionale)

Pioggia di medaglie a Bassano da dove torniamo con 5 Campioni Regionali. Bravissimi gli es A che riscattano l'opaca prestazione di Vittorio Veneto con una super gara. Sempre bello vedere disputare una finale interna come quella tra Giacomo e Nikita, sempre bello vedere i nostri reattivi e pronti a combattere e poi sorridenti salire sul podio. Solo Andrea e Luca mancano l'obiettivo, ma sapranno certamente rifarsi. Brave le bimbe con Tatiana particolarmente determinata. Gli es B sono solo Sergiu e Laura, ma se quest'ultima fa il suo, e porta a casa un argento Sergiu ancora non riesce ad esprimere il suo valore sopraffatto da tensione e ingiustificati timori. Per i Cadetti è una vera festa. Anche Gabri, Massimo, e Brian che solitamente non partecipanoall'attività agonistica, questa volta chiedono di esserci. Il loro comportamento alla fine sarà brillante, soprattutto Gabri, che conferma di possedere decisamente un buon judo. Se da un lato la festa raggiunge il suo apice con la vittoria di Luisa a 63, dall'altro è clamorosamente rovinata con l'infortunio di Seba che dovrà rimanere fuori almeno 2 mesi. CHE SFORTUNA NERA QUEST'ANNO!!!!!

Bassano (VI)-Qualificazioni Campionato Italiano Assoluto
Un po' trascinati per i capelli, alle qualificazioni per il Campionato Assoluto, all fine, partecipano in due. Francesco, indeciso fino alla fine, e Gianluca. La gara in genere sarà priva di forti emozioni e scontata nei risultati. Per quanto riguarda i nostri, a Francesco non basta l'istinto, e prima subisce un avversario più giovane che lo aspetta e lo fulmina, e poi nell'incontro che vale la qualificazione viene superato da una vecchia conoscenza con un uchi mata di pregevole fattura. Gianluca invece, che qualche settimana prima aveva gettato alle ortiche la qualificazione junior, conquista quella agli assoluti ottenendo così il massimo con il minimo sforzo. Eh si perchè ultimamente latita, e come nelle ultimissime uscite, non brilla particolarmente, ma Gian è superdotato e questo a volte gli è sufficiente. Raffa, Gio, Alberto, Nicola, non c'erano, ok tutti giustificati!!! PECCATO PERO'!!!


Treviso-Mercoledì 9 Marzo 2011
Cintura Nera "Motu Proprio" AVV. A.De Checchi

Con un breve ma sentito rito avvenuto mercoledì scorso davanti ad una trentina di atleti agonisti presso la sede della storica palestra del Judo Treviso in viale Montegrappa il Presidente della stessa, Enzo De Carlo, ha consegnato all' Assessore allo sport del Comune di Treviso Andrea De Checchi la cintura nera primo dan. L'ambito titolo è stato assegnato all'assessore trevigiano con motu proprio del Presidente federale Matteo Pellicone su segnalazione appunto dell'Associazione Judo Treviso per i meriti acquisiti dallo stesso avendo sostenuto lo sport minore e in modo particolare il judo, disciplina principe nell'universo federale. L'avvocato De checchi infatti insieme al consiglio del judo treviso è stato uno dei principali artefici nel rilanciare un trofeo di judo in città, sostenendo tutte le iniziative del club trevigiano negli ultimi tempi, non ultimo il corso di difesa personale per sole donne che è in corso di svolgimento in questo periodo riscutendo un successo sorprendente.


Aggiornamento del 27/02/2011

Tarcento (UD)-Sabato 26 Febbraio 2011
Qualificazioni Campionato Italiano Juniores

Ho pensato parecchio cosa scrivere, e ora che scrivo non ho più pensieri. Già! Brucia anche a me la sconfitta, brucia e mi lascia così un po' stordito, alla ricerca dei perchè e di come organizzare il prosieguo della stagione. Vabbè la cosa che più mi infastidisce è che questa sconfitta segna anche la fine di un ciclo, questa è la verità! il risultato sportivo in fondo va accettato per quello che è, a volte si vince a volte si perde. Ma quest'anno fin dall'inizio si era capito che qualcosa sarebbe cambiato..e infatti poco dopo l'avvio Lorenzo sulle orme di Ricky lasciava, e prima di lui Veaceslav, Alberto costretto in infermeria da mesi faceva mancare il suo contributo, Nicola preso dalla scuola comunicava la sua rinuncia all'agonismo, Giovanni, ormai senior e all'università, straimpegnato, praticamente si faceva vedere con il contagocce, insomma il gruppo che lo scorso anno e negli anni precedenti aveva fatto faville, quest'anno sarebbe rimasto rappresentato dal solo Gian e da Raffa per altro passato anche lui seniores. E con Gianluca abbiamo preparato questa qualificazione, ma ad essere sinceri non come si sarebbe dovuto..non come avrei voluto..tante assenze..troppe!!! e poca cura del dettaglio, ma ho ritenuto che mostrata la via, un'atleta maturo dovesse sapere cosa gli serviva e se ancora non avesse camminato con le sue gambe poco avrei potuto fare. Un paio di settimane prima della gara anche Nicola chiedeva di essere della partita..vabbè. Ecco sulla base di questa mia convinzione, forse, ho ecceduto in buonismo..avrei dovuto dire di no..avrei dovuto mettermi al comando della truppa e invece mi sono lasciato prendere dai sentimenti di attaccamento a dei ragazzi che tanto avevano dato negli anni precedenti e che nonostante lo smarrimento altrui tenevano duro, ho creduto di poter concedere loro di fare e agire come credevano. Ma il Judo non perdona. Il risultato infatti è una catastrofe. Nicola addirittura si fa male (speriamo non sia grave) il venerdì prima della qualificazione e la sua gara non può essere giudicata..sale sul tatami come Yamashita alle olimpiadi trascinando l'arto lesionato, ma Nicola non è Yamashita e deve arrendersi all'evidenza. Pensare che in virtù dei risultati dello scorso anno entrambi erano testa di serie e francamente un sorteggio cosi vantaggioso in una competizione, per essere politically correct, così alla portata credo non l'avessimo mai vista. Infatti Gianluca non combatte con i suoi avversari, ma con se stesso..come ormai fa da un po' di tempo, ritovandosi irrimediabilmente sconfitto alla fine. Che pena e che rabbia..dovrei essere felice perchè fai un judo meraviglioso e te l'ho insegnato io, ma che rabbia vederti a volte esprimerti a livelli altissimi e a volte come sabato braccato dai mostri che ti attanagliano la mente cedere come se non conoscessi nemmeno l'abc del'agonismo..cosa posso aggiungere! Gianluca non si muove, non combatte, non lotta, non aggredisce, e non serve incitarlo, non serve insultarlo, non serve consolarlo, ne consigliarlo..non serve niente..Gianluca è chiuso nel suo guscio e non esce..saranno gli shido a decretare le sue sconfitte, testimoniando la natura delle stesse giunte appunto per passività, tra lo stupore di chi non lo conosce, tra l'impotenza di che non si sente più in grado di aiutarlo..



Aggiornamento del 22/02/2011

Conegliano (TV)-Sabato 19 e Domenica 20 Febbraio 2011
23° Trofeo Int. Città di Vittorio Vneto

12 ore Sabato e altre 12 Domenica sono state il tempo necessario allo svolgimento del torneo per i nostri quattordici atleti, tutti quelli, o pochi meno, che siamo in grado di portare alle gare..un po' pochini rispetto ai 30, 40, anche 50 di alcune altre società, un po' pochini rispetto ai grandi numeri che abbiamo in palestra..ma Treviso, si sa, è la città del "mi non vao a combatar", nemmeno per gioco, nemmeno per sport, come dovrebbe essere nella pratrica della nostra disciplina, per cui aver voglia di faticare, soffrire, lottare non sono certo appetibili come bersi un aperitivo, andare ad una festa, giocare ad un videogame o qualsivolglia altra attività... e va beh, è la storia di sempre, e noi ci accontentiamo di lavorare con chi questa voglia ce l'ha. Oltre allo scenario sempre più maestoso dello Zoppas Arena, del Torneo ci ricorderemo delle interminabili 24 ore di permanenza all'interno del palazzetto e ovviamente della prestazione dei nostri..buona nel complesso. Sabato Senior e Junior appaiono un po' appannati, forse ecco si salva il solito Gian, sempre brillante in competizioni che lo vedono opposto all'elite della sua categoria, ma è meglio non dirlo altrimenti si arrabbia. Esordienti B con il solo Sergiu a rappresentarli, che non va oltre il primo incontro. Esordienti A che alla loro prima prova del fuoco rimangono bruciacchiati, ma insomma, non che alla seconda esperienza stagionale si potesse pretendere di più, anzi ciò che si è visto da alcuni lascia ben sperare. Però ecco quello che dicevo palesarsi limpido e lampante agli occhi di tutti..i nostri bimbi sono bravi..si!, ma...ma l'agonismo è un'altra cosa. Nelle gare si è soli, anzi bisogna imparare a cercare nella solitudine le risorse necessarie, bisogna imparare a conviverci con questa condizione, perchè sul tatami, alla fine, di fronte al tuo avversario, ci sei solo tu,.. o scappi o l'affronti. La gara insomma è un po' una lotta per la "sopravvivenza", è proprio questo uno dei suoi più importanti valori educativi, serve arrangiarsi, bisogna avere e farsi coraggio, bisogna sapersi rimboccare le maniche e lottare alla ricerca del risultato, oggi spesso mi accorgo che queste qualita scarseggiano e bisogna svilupparle sul campo. Questo lavoro complicato è costellato regolarmente da una valle di lacrime! e così è stato anche Domenica. Eh già, scoperta delle scoperte, il judo sportivo non è solo brutalità, forza come i più sono portati a credere, o ancorchè tecnica per chi conosce la complessità della disciplina, ma è molto un fatto di testa. Serve maturare un pochino, e forse iniziare a camminare con le proprie gambe. Spedizione salvata dalla solita Luisa, che, improvvisamente divenuta grande, non piange più (ma anche lei ha dato sia chiaro) e anzi si fa valere e fa valere quel risultatone ottenuto Domenica scorsa ai Campionati Italiani che le è valso l'inserimento tra gli atleti di interesse nazionale. A Conegliano per lei un bel bronzo e tanti segnali positivi, niente medaglia ma buone indicazioni anche da Seba...dai Seba forza.



Aggiornamento del 17/02/2011

Lido di Ostia (ROMA)-Sabato 12 e Domenica 13 Febbraio 2011
Campionato Italiano Cadetti

Ancora un successo!!!

La prima importante manifestazione agonistica nazionale si apre con un risultato ampiamente al di sopra delle aspettative, e proprio per questo per noi un successo. Inaspettato, ma ampiamente meritato, voluto e costruito giorno dopo giorno con dedizione e convinzione quasi a confermare come la forza non derivi esclusivamente dalle capacità fisiche, ma anche da una indomabile volontà. L'ennesima finale a cui partecipiamo non ha più il sapore della novità, ma ogni successo ha un carico di energia, che può rinnovare l'entusiasmo e le convinzioni di tutti, anche di chi scrive, la cui scelta di sostenere atleti e attività agonistica spesso si scontra con ragioni di opportunità. Luisa supera se stessa, sfiora il bronzo e la cintura nera dopo 6 lunghi incontri, ma entra di diritto nel novero di quegli atleti di interesse nazionale per la sua classe d'età, e soprattutto diventa importante esempio di come nel judo il rispetto, l'affidarsi, l'umiltà, la volontà, la dedizione, la serenità, l'intesa, siano componenti irrinunciabili del successo, di come il judo non sia semplicemente uno sport, ma vada ben oltre, di come ci sia bisogno principalmente di Judoka e Maestri, piuttosto che di atleti e allenatori! Luisa ha margini di miglioramento sia in termini motori, tecnici che tattici, ma è già una buona judoka per le qualità caratteriali che possiede, e sono proprio queste che Domenica l'hanno sostenuta nel suo cammino. Raccontare delle fatiche per tenere il peso, ....di un infortunio che ancora oggi non è del tutto risolto, ....di una categoria, i 57 kg, che in partenza registrava 38 atlete rendendosi così ampiamente la più numerosa e competitiva, senza per questo screditare le altre, ....e poi ovviamente senza trascurare di sottolineare un sorteggio che se fosse stato diverso forse avrebbe reso il cammino più complicato, ....per poi comunque raccontare di 6 battaglie combattute con il cuore in mano quattro delle quali vinte e 2 perse, ....e degli sguardi scambiati e di tutte le sensazioni che solo una gara di judo può dare, fa parte della cronaca, ma preferisco che questa sia anche occasione di riflessione oltre che di diletto giornalistico. Ma alle finali a rappresentare i nostri colori c'era anche Giulio, che pur fermandosi ai quarti, ha lottato con onore. Forse la prolungata assenza è stato un limite importante della sua preparazione, ma Giulio ha doti naturali innate e potrà certamente dire la sua in futuro se tornerà ad essere costante e volenteroso. Bravi tutti!!! le chiavi del futuro sono nelle vostre mani e dipende tutto da voi come sempre...



Treviso-Preparativi per le finali del Campionato Italiano Cadetti

Saranno Giulio e Luisa a difendere i colori della nostra squadra ai Campionati Italiani Cadetti in programma questo weekend al Lido di Ostia (Roma). Giulio ormai un veterano di questo importante appuntamento stagionale, partecipa infatti alle finali per la terza volta, ma a queste ultime ci arriva dopo un periodo un po' così, che l'ha visto lontano dal tatami per parecchio tempo, solo nell'ultimo mese il suo impegno è stato costante, vedremo se le sue innate capacità saranno sufficienti a conquistare quel risultato che ancora gli manca e che certamente è alla sua portata. Storia diversa per Luisa che dopo essere incappata in un brutto incidente che le ha impedito la partecipazione alle finali esordienti, e nonostante il lungo stop forzato, è stata capace di ottenere la qualificazione anche tra i cadetti sostanzialmente rimettendosi sotto come aveva fatto dopo le vacanze estive in vista dei campionati under 14, animata da una volontà di ferro. Per lei al primo anno e alla prima esperienza sarà durissima, ma in bocca al lupo, e staremo a vedere.



Trofeo Alpe Adria

Quest'anno l'Alpe Adria è aperto anche agli juniores e noi partecipiamo con un grande Gian... la sua sarà una gara di livello, dispiace solo che non si accorga mai, ne si renda conto di quanto bravo sia..il giorno dopo tocca ai cadetti... bravo Seba che fa il suo esordio a 73, di Giulia bisogna apprezzare che ci stia provando, mentre di Luisa si ricordano le lacrime...e pensare cosa poi sarebbe successo due settimane dopo ai Campionati Italiani!!!



Corso di Difesa Personale Femminile

Lasciamo che la locandina parli da sola



Qualificazioni Campionati Italiani Cadetti e Trofeo Fagagna

Sulla qualificazione si potrebbe scrivere tantissimo, ma per fortuna non ho avuto molto tempo e oggi mi devo limitare alla cronaca sportiva...La data è davvero improponibile, il fatto di farla con il Friuli invece mi vede pienamente d'accordo...una qualificazione deve essere una gara vera, chi non lo merita non deve poter fare una finale di un Campionato Italiano solo per far presenza...comunque noi ci presentiamo in sei. Luisa è meravigliosa, supera un'avversaria insidiosa e stacca il biglietto, Camilla è frenata da un fastidioso dolore al ginocchio e indubbiamente non è al livello delle sue avversarie e non ce la fa, Giulia sarebbe da "strozzare", perchè rinuncia....RINUNCIAAAAA...peccato sarebbe stata la sua prima finale, ma sopra di 2 yuko con il cronometro a 0 sec si lascia portar via...super mega generoso Seba, fallisce per un pelo l'obiettivo, Giulio disputa una gara non bella afflitto da crampi, ma con la forza della disperazione arriva fino in fondo, infine Andrea sembra avere il controllo della situazione, ma poi il controllo, dannazione, lo perde sempre così all'improvviso, e non passa...il giorno dopo spazio agli esordienti con Sergiu e Laura ancora molto incerti ed esordio assoluto per gli esordienti "A"...SPETTACOLARI...la loro gara varrà il terzo posto assoluto alla squadra, se son rose!!!



Non solo agonismo - Diego Gobbo DOCENTE

Diego mette a disposizione le sue competenze professionali e viene invitato dal Comitato Regionale, con approvazione generale, a tenere il corso di cui la locandina...COMPLIMENTI!!



Gran Premio Veneto e Stage Lignano

Il 2011 si apre con lo Stage di Lignano. Noi partecipiamo con i nostri atleti che hanno vinto la speciale classifica dei "MIGLIORI" judoka veneti denominata Gran Premio Veneto (Luisa, Cami, Gio, Raffa e Seba). Tra i responsabili della spedizione, che in totale coinvolge una cinquantina di ragazzi della nostra regione, ci sono anch'io. Per tutti così diventa un'occasione importante di confronto visto che in totale parteciperanno 800 tra ragazzi e ragazze di tutte le età e di tantissime nazionalità diverse. Ta questi una ventina di atleti medagliati alle olimpiadi mondiali ecc. La foto ci ritrae con una delle figure più importanti del judo italiano ovvero il M° E.Gamba e il giovane, greco I.Iliadis già campione olimpico e mondiale.



Riese Pio X (TV) - 12 Dicembre 2010
4° Criterium Provinciale Giovanissimi

Ultima prova per i "Ragazzi del 99" che da Gennaio 2011 inizieranno a far sul serio, mentre per molti è l'esordio. Una festa che ci vede presenti con quasi una trentina di futuri campioni...UN SUCCESSO.



APPUNTAMENTI DI FINE ANNO:
Assemblea dei soci
Cena degli Agonisti
Gare Sociali
Cena Sociale e Premiazioni

Si svolgono a Dicembre in un clima disteso e sereno come è tradizione per il nostro sodalizio, tutti gli appuntamenti di fine anno. Le gare sociali sono una festa come sempre che vede tutti, ma proprio tutti, misurarsi lealmente con i propri compagni, ma sarà la cena sociale a dare il giusto premio per così tanto impegno a tutti i partecipanti. La coppa di quest'anno, che sostituisce la tradizionale medaglia è infatti motivo d'orgoglio per molti. Il sorriso dei bambini che la ricevano la migliore gratificazione per chi, di quel sorriso, ne è la ragione. Durante la cena vengono poi premiati tutti i soci che quest'anno hanno raggiunto un traguardo. Tra questi bisogna ricordare Stefano Antoniazzi ed Enrico Piovesan con i loro 40 anni di ininterrotta affiliazione, i 25 anni di Carlo Buranel e tutti coloro che anno compiuto nell'ordine 10, 15 e 20anni. Sono stati premiati poi i finalisti nazionali, le nuove cinture nere e chi è passato di dan, senza dimenticare di menzionare i vincitori del GPV (Luisa, Cami, Gio e Raffa), i nuovi Insegnanti Tecnici (Marti e Simo) e Gian Massimo Dalle Carbonare arbitro Nazionale di Seconda Categoria.



Esami Regionali per il passaggio di dan

Due sono le nuove cinture nere primo dan, che dopo un brillante esame hanno raggiunto l'importante obiettivo, Stefano Zanatta e Simonetta Veneran. Ma agli esami regionali, quest'anno ha partecipato anche Claudio Milanesi, prima atleta agonista e oggi appassionato di Kata che ha ottenuto così il terzo dan.



Gara Kata

Diego e Claudio rompono il ghiaccio e diventano ufficialmente la prima coppia del Judo Treviso a partecipare ad una gara di Kata. Prestazione eccellente e medaglia d'oro nel ju no kata...COMPLIMENTIIIII!!!



Trieste - 27 Novembre 2010
Trofeo BiancoCeleste

Ultima uscita tra gli esordienti A per Sergiu e Laura. Buona la loro prestazione, Sergiu vince un paio di incontri e poi si arena, mentre per Laura c'è la soddisfazione del podio. Terza classificata.



Qualificazioni a Squadre e Trofeo Città di Treviso

Doveva essere un successo e un successo è stato. Encomiabile sabato la prestazione della squadra alle qualificazioni, che alla fine sale sul gradino più basso del podio. Il Judo Treviso è l'unica formazione veneta presente e se consideriamo che la nostra squadra è costituita da tutti atleti interni, la soddisfazione è tripla. Il giorno dopo, al Trofeo, tutto fila liscio, ottima la partecipazione e ottima la regia di Stefano Antoniazzi, ottima anche la prova di tutti. Un successo insomma. Avanti così.



Aggiornamento del 16/01/2011

E' ORA DI AGGIORNARE..CHE DITE!

In ordine vediamo cosa è successo fino a qua aggiungendo sopra, SPERIAMO, una notizia al giorno

Aggiornamento del 19/11/2010

Weekend di GARE-Tutto pronto
Sabato 20 e Domenica 21 il JUDO sarà il grande protagonista del fine settimana trevigiano. Organizzate dall’ASD Judo Treviso presso la palestra comunale di S.Antonino, infatti, sabato si svolgeranno le qualificazioni interregionali al Campionato Italiano a Squadre, inizio previsto per le 15.00, mentre Domenica, a partire dal mattino ore 9.00, trecento atleti provenienti da tutta Italia daranno vita alla seconda edizione del Trofeo Città di Treviso. Se l’assegnazione dell’organizzazione delle qualificazioni è un importante riconoscimento che il Comitato Regionale ha voluto dare all’impegno con cui abbiamo da sempre diffuso e promosso il judo tra la gente e le istituzioni, il Trofeo, fiore all'occhiello della presidenza affidata ad Enzo De Carlo, sarà una grande occasione, anche per i più piccini, per vedere l’evoluzione sportiva dell’unica arte marziale anche disciplina olimpica.

Lido di Ostia (Roma) - Sabato 13 Novembre 2010
Campionati Italiani Esordienti

Non ci sono parole per commentare questa trasferta, non tanto per il grande Seba che pur non riuscendo ad emergere ha combattuto alla grande traendo certamente un grande beneficio in termini di esperienza da questa gara..ma per come, nella settimana che l'ha preceduta sono andate le cose. Doveva essere infatti una spedizione felice organizzata con tutti i Tecnici al seguito di quei pocchissimi che si erano guadagnati la qualificazione con il sudore della fronte...eh si diciamolo c'è una differenza sostanziale tra chi frequenta la palestra e chi tutte le domenica si sveglia alle 6 per andare a fare una gara..almeno in termini di impegno..beh sono stati in pochi, in tre, ma quei tre erano stati proprio bravi nel loro percorso..tra loro ci doveva essere anche Luisa. Invece Lunedì dopo una serata che lasciava presagire una condizione eccezionale Luisa si è infortunata gravemente ad un piede, in un modo tanto banale quanto grave e così puff in un attimo tutti i sogni sono svaniti..peccato davvero peccato, pur nella consapevolezza che sono cose che capitano. Non rimane che augurarle una pronta guarigione..senza dimenticare di ricordare a Camilla di darci dentro.. a Seba di proseguire così..e a tutti gli altri SVEGLIAAAAAAAAAA



Aggiornamento del 7/11/2010

Sacile(PN) - Sabato 6 Novembre 2010
Coppa Italia

Finalmente una finale nazionale vicino a casa. E' il Dojo Sacile con tutto il Comitato Friulano ad organizzare quest'anno le finali di Coppa Italia, ovvero il Campionato Italiano di tutti gli atleti tesserati con società civili e graduati cintura nera e marrone. Una bella gara insomma, aperta ad un numero non trascurabile di atleti, priva certamente delle super stars, ma che mette a confronto, e alla fine premia, chi si dedica al judo non in modo esclusivo. Esito sufficiente per i nostri, con Francesco che fa quel che può contro un avversario di buon livello, al quale tuttavia deve cedere il passo senza poi essere recuperato, Gio si supera in avvio rimediando un waza ari di uchi mata, tecnica che ultimamente soffre parecchio, e imponendosi su uno dei favoriti, proseguendo poi fino all'esaurimento delle energie, ovvero fino ai quarti, quando la luce si spegne definitivamente. Del resto giustamente la priorità in questo momento è l'università e i primi esami, speriamo in un periodo di rodaggio e che poi sappia organizzarsi per non mancare agli allenamenti come capitato ultimamente. Raffa invece manca di consapevolezza, lui è allo stesso livello degli altri, ma sembra non rendersene conto, e infatti dopo un avvio deciso si ferma più per sudditanza psicologica che per una reale inferiorità peccato!..trasferta tuttavia positiva.



Aggiornamento del 1/11/2010

Montebelluna - Sabato 30 Ottobre 2010
Qualificazioni Campionato Italiano Esordienti

Vola Luisa e con lei tutto il Judo Treviso. Con una prestazione maiuscola, Luisa infatti, ha staccato il biglietto per la trasferta romana di metà Novembre allorquando si disputeranno gli ultimi Campionati Italiani in programma per il 2010 ovvero quelli riservati agli under 15. Introduzione dedicata a Luisa, ma non possiamo dimenticare il "Seba ritrovato", che pur non salendo sul podio è comunque riuscito ad acciuffare la qualificazione andando ben oltre le aspettative e dimostrando una non comune forza di volontà. Peccato per Cami, che invece dovrà rinunciare anche questa volta alla competizione che assegna il titolo tricolore, ma ci saranno altre occasioni, dipenderà tutto da lei e dalla sua voglia di superarsi. Veniamo alla gara. La scelta è quella di partecipare solo con chi aveva deciso di percorrere un certo tipo di strada concordata in precedenza e che avrebbe portato a questo importante appuntamento, alla fine siamo solo in tre. Avremo modo di discutere di questo. Camilla, Luisa e Seba sono i protagonisti. Dopo un paio di mesi di pane e judo, il loro stato d'animo è sereno, e cosa importante, sono consapevoli del valore del risultato che cercano. Cami è la prima a scendere sul tatami. Per lei vale il detto "la fortuna è cieca ma la sf.. ci vede benissimo". Le 52 infatti sono solo 4 e i posti in palio per Roma sono solo 2, o la va o la spacca. Il suo incontro è decisamente sofferto, ma in realtà nessuna prevale, poi al golden subisce un tiro ed è la fine. A Cami è mancata la convinzione..peccato!. Convinta come non mai e particolarmente saggia appare invece Luisa. Nel primo incontro osa, rischia, corregge il tiro e piazza un ippon in o uchi gari, nel secondo quello che vale la qualificazione l'avversaria è nota e temibile. L'atteggiamento guardingo è quello giusto, e il risultato arriva costingendola alla squalifica, poi in semi si abbatte come un tornado sull'avversaria di turno e infine conquista il gradino + alto del podio con un bel o soto gari seguito da uchi mata...brava!. Anche Seba si supera riuscendo a dominare il suo istinto e a concentrarsi sul seoi. Sono tre quelli che piazza per arrivare in fondo e anche gli incontri che perde li perde per mancanza di esperienza, del resto si può dire che queste siano per lui le prime gare dato che lo scorso anno aveva dovuto arrendersi ad un ginocchio dolorante. Bravi tutti e ora teniamo il corpo allenato, la mente sgombra e concentrata e in fondo nel cuore il sacro fuoco della battaglia (sportiva si intende).Piccola nota conclusiva per fare a Camilla e Luisa i miei complimenti personali per lo spirito con cui Domenica, ovvero il giorno dopo le qualificazioni, hanno voluto partecipare alla gara a squadre, rappresentando così i nostri colori, al "Memorial Trinca" se pur in prestito al Kodokan Vittorio Veneto, ottenendo alla fine un prestigioso bronzo.



Aggiornamento del 21/10/2010

Bergamo - Sabato 23 e Domenica 24 Ottobre 2010
21°Trofeo "Sankaku" (Trofeo Italia)

Con il Trofeo Sankaku si è chiuso il lungo ciclo di trasferte in preparazione alle qualificazioni al Campionato Italiano Esordienti. Sono sempre Luisa, Cami e Seba i nostri tre atleti protagonisti. Luisa torna 57 e porta a casa un bronzo, Seba e Cami si fermano alle prime battute, peccato. Il giorno prima con la rappresentativa del Veneto erano scesi in campo anche Gio, subito sconfitto, pur combattendo egregiamente, da un'atleta della Forestale e Raffa alla fine terzo.



Lugo (RA) - Domenica 17 Ottobre 2010
23° Trofeo Int. "Romagna Judo" (Trofeo Italia)

Non manchiamo nemmeno l'appuntamento con il Trofeo Romagna se pur privi di una dei tre moschettieri, anzi è una moschettiera a mancare. Cami è ferma da una settimana per un brutto colpo al ginocchio e per il sopraggiungere dell'influenza. Cami non riesce ad essere costante come Luisa e Seba in questo periodo, ma quando c'è non si risparmia. A Lugo Seba combatte ,ma non emerge, luisa invece rimane a 63 e si difende bene. Alla fine sarà quinta, commetterà degli errori, la correzione dei quali servirà per il prosieguo.



Brugnera (PN) - Sabato 16 Ottobre 2010
Qualificazioni Coppa Italia

Volenterosi e sempre presenti i nostri atleti Junior/Senior non mancano all'appuntamento con la Coppa Italia, ma questa volta non sono strepitosi come al solito. Lo scenario delle qualificazioni è stupefacente, partecipa moltissima gente e la gara così è decisamente più competitiva e appassionante. D'altro canto in tutte le categorie i posti per le finali diventano moltissimi. Proprio bello e secondo l'opinione di chi scrive è un peccato tornare a disputare le qualificazioni solo in regione..amen. Sarà che in questi anni hanno dato tutti molto, e che ancora oggi nonostante il sopraggiungere di incombenze da "adulti" cercano di mantenere fede all'impegno preso con encomiabile serietà e correttezza nei confronti miei e della società, ma vederli là, sugli spalti, che si incerottano, si vestono, e si praparano a scendere in campo, mi riempie di orgoglio e il risultato finale passa in secondo piano. Infatti, purtroppo, per alcuni l'esito delle qualificazioni è negativo e il loro momento di confusione emerge con inconfutabile chiarezza. Gian e Lorenzo sprecano subito e Nicola, per gettare alle ortiche una qualificazione certa, ci impiega invece un incontro in più. Alberto ci lascia tutti di stucco. Parte in modo eccezionale, si innervosisce affronta il più forte della categoria, lo domina , lo mette sotto con un preciso seoi e poi di schianto chiude bottega lasciando ad altri l'onere delle finali. Mattia non ottiene il pass, ma per lui il discorso è diverso e i complimenti per averci provato sono d'obbligo. Si qualificano invece: Francesco, indeciso fino all'ultimo se gareggiare oppure no, e poi autore di una buona prestazione, Gio che pur allenandosi poco vive di rendita affidandosi ad un modo di competere ormai consolidato e Raffa che domina la gara come gli compete pur cedendo in finale peccando di ingenuità.



Dueville (VI) e Mestre (VE) - Sabato 9 e Domenica 10 Ottobre 2010
Stage Corso straordinario d'aggiornamento agonistico ed Esami ad Aspirante Allenatore

Interessantissima e piacevole la lezione straordinaria di aggiornamento che, Sabato 9, il Comitato Regionale ha voluto organizzare con l'intervento del M° Toniolo sul tema "Metodologia dell’allenamento agonistico", l'occasione è da sfruttare e noi partecipiamo in massa, Ale, Stefano, Marco, e non mancano nemmeno Simone e Martina che Domenica 10 hanno poi superato brillantemente gli esami regionali ottenendo la qualifica di Aspirante Allenatore, a loro i più vivi complimenti e un augurio affinchè questo sia solo l'inizio di un nuovo importante percorso.



Capodistria (SLO) - Domenica 10 Ottobre 2010
8° Coppa di Capodistria

Ultimi scampoli d'estate a Capodistria, l'aria è frizzante , ma la giornata bellissima. Buona la gara dei nostri esordienti che in terra slovena non si lasciano intimorire dallo sconfinamento. Il livello non è certo altissimo, ma il gran numero di partecipanti rende ugualmente la gara competitiva. Alla fine Cami sarà terza, Luisa per la prima volta a 63 seconda e Seba settimo.



Tarcento - Sabato 25 e Domenica 26 Settembre 2010
Trofeo di Tarcento e Coppa d'Apertura

Prima uscita per junior/senior ed esordienti tutti impegnati a breve a staccare il biglietto rispettivamente per le finali di Coppa Italia e per le finali del Campionato Italiano Esordienti. Se il buon giorno si vede dal mattino allora le speranze sono molte. Con Luisa e Camilla portiamo a casa due medaglie d'oro, con Laura, presente anche lei pur se Esordiente "A", un argento, il giorno dopo è Gio che si mette in evidenza e dimostra già di avere un buona confidenza con quella che sarà la sua nuova categoria, ovvero i 73.



1 Settembre
RICOMINCIAMOOOOOOO


Ok ragazzi ripartiamo di slancio. Dopo una breve pausa estiva (lunga per qualcuno, lunghissima per alcuni) ricominciamo ad allenarci con regolarità e metodo. Gli impegni di questi ultimi mesi dell'anno sono moltissimi, e non si può più ritardare la preparazione. RICOMINCIANO ANCHE I CORSI DEI GIOVANISSIMI. QUEST'ANNO INIZIERANNO LA PRATICA I 2004, MA SAPPIAMO GIA' CHE ANCHE QUALCHE 2005 IMPAZIENTE VESTIRA' IL JUDOGI. ALLORA DAI SI RICOMINCIAAAAAAA!!!