Home page Alessandro e Francesco


Torna alla home page
Vedi le news
Vedi gli orari dei corsi
Vedi gli approfondimenti sul judo
Vedi la composizione del consiglio direttivo
Vedi le foto e i video
Vedi i link
Entra nell'area riservata

News        


Fine Agosto
Stage Lignano

Bravi bravissimi Luisa Cami, Andrea, Gio, e Raffa che in questa calda fine d'Agosto hanno anticipato l'inizio della stagione con lo Stage di Lignano. E' presente anche Ricky, ma mi sa che per rivederlo sul tatami di casa nostra ci vorrà ancora del tempo. Gran bella esperienza con oltre 500 judoka e ben 4 nazionali juniores presenti a preparare i Campionati Europei. Il Livello è altissimo, tantissimi i campioni e i ritmi infernali, ma noi facciamo JUDO e a soffrire siamo abituati. Se poi ci si diverte pure allora il mix è perfetto e il guadagno in termini di preparazione ed esperienza è assicurato.



Luglio e Agosto
Quelli che...

Questa breve introduzione è dedicata a chi non si è fermato...Già non tutti lo capiscono , ma allenarsi non è come andare a scuola, non esistono interruzioni troppo lunghe, a meno che non si accetti di gettare alle ortiche quanto di buono fatto fino a quel punto. L'allenamento è una disciplina rigorosa e senza la dovuta continuità i miglioramenti non vengono e la condizione la si perde. Ogni anno la stessa storia..dura l'avventura, ma a chi c'era COMPLIMENTI!



Campioni anche nello studio
Piccolo spazio dedicato ai due campioni e "secchioni". Giovanni e Simone, entrambi medagliati qualche hanno fa tra i cadetti, e colonne del turno agonistico, hanno raggiunto la maturità scientifica con un risultato davvero brillante ottenendo un voto appena sotto il 100. Due personalità diverse, ma capaci di unirsi in una amicizia superiore alla semplice condivisione delle fatiche del tatami. Mentre Simone, metodico, e costante ha sostenuto un esame di livello pari al suo rendimento dei cinque anni, Gio, più estroso ha saputo accelerare sul finire con uno sprint culminato con una tesina molto apprezzata proprio sul judo..bravi bravi e complimentoni.



Aggiornamento del 13/06/2010

Murano - Domenica 13 Giugno 2010
Torneo di Calcetto

CAMPIONI

Potevamo schierare 2 squadre complete e forse fare una finale tutta nostra, invece, al grido di battaglia "voja de far ben saltame dosso", alla fine siamo in otto a difendere i colori della nostra palestra nella seconda edizione del torneo di calcetto tra società di fine stagione. Otto si!, ma OTTO LEONI. Il torneo, quest'anno, è una vera festa in grande stile. Si aggiungono le formazioni di Mestre (un mix tra kwai e 2001) e Kodokan Vittorio Veneto, alla nostra, a quella di Padova e ai padroni di casa di Murano. Una vera festa, che inizia con il ritrovo in stazione a Venezia e prosegue nella spendida cornice dell'isola di Murano, sede appunto del torneo. L'organizzazione è impeccabile, la sede suggestiva come nessun'altra poteva essere, e il nostro applauso non può che andare a tutti i ragazzi e collaboratori dell'AMG Murano la cui disponibilità risulta fondamentale all'ottima riuscita della giornata, che raggiunge il suo apice con il trasferimento, con le varie barche, alle Vignole, dove in una tavolata di quasi 50 persone tutti insieme celebriamo l'amiciza che ci unisce. Il risultato è scontato..ahahahahaha (licenza poetica per Alessio). No dai! per nulla scontato il risultato e le formazioni si danno battaglia in perfetto stile mundial. Ottime le individualità in calzoncini corti, alla fine Murano supererà Vittorio Veneto ai rigori per poi cedere in semifinale a Padova, noi, operai in difesa e talentuosi in attacco (voglio dire chi può permettersi una furia pugliese come la nostra), superiamo Mestre con un perentorio 7 a 0 per poi giocarci tutto nella riedizione della finale dello scorso anno. I Padovani sono dei colossi, ma Simone e Matteo in difesa sono insuperabili come il tonno. In un'azione di contropiede la palla che strumpallazza rimbalza sui piedi di folletto Manzari e capita, accompagnata dalla mano della divina provvidenza, tra i piedi di un generoso Matteo spintosi in attaco, che insacca. Da li in poi palla lunga e pedalare e sarà il PRIMO TITULO. Grande giornata, peccato che oggi il sottoscritto non riesca nemmeno a camminare.
Piccola postilla: Nessuno riusciva a camminare





Treviso - Lunedì 7 Giugno 2010
Consegna delle Cinture

Tradizionale gioioso appuntamento di fine anno sportivo, con tutti i bambini e i nostri futuri atleti puntuali a verificare se l'esame sostenuto è valso la promozione. Alla fine, chi con mezza cintura, chi con una intera, tutti hanno ricevuto l'ambito riconoscimento, e la festa è potuta continuare grazie anche a Luca e Giovanna Vidorin genitori di Alessandro ed Emanuele, che quest'anno, forti della loro esperienza di fornai, hanno regalato un gustosissimo e ovviamente molto apprezzato rinfresco a base di pane e nutella. GRAZIE DA TUTTI NOI.



Aggiornamento del 03/06/2010

Venray (Limburgo-OLANDA)-Sabato 29 e Domenica 30 Maggio 2010
38° Trofeo Int. Venray

La trasferta in Olanda è programmata da tempo. Dopo la bellissima esperienza dello scorso, anche quest'anno, se pur a ranghi ridotti, segliamo Venray come banco di prova per i nostri. La gara è davvero bella, organizzata in modo eccellente, partecipa mezza europa, per cui a livello umano, ma anche dal punto di vista esclusivamente tecnico è un'esprienza direi irrinunciabile. Ma il nostro priodo grigio incombe come la nuvola di Fantozzi sopra le nostre teste. Quest'anno non ce l'abbiamo proprio fatta a scardinare le resistenze di chi non comprende cosa richieda in termini di sacrificio e dedizione il judo, ne siamo riusciti a creare quella smisurata passione che serve per continuare, e priviligiare gli allenamenti a tutto il resto (scuola e impegni istituzionali esclusi). Così il preludio non è dei migliori. Sebastiano, l'eterna promessa, già fermo per un fastidioso infortunio al ginocchio decide di rinunciare, per fortuna si propone Alberto in sostituzione che sembra salvare il minimo sindacale per una trasferta di tale valore. Ma che fatica, che fatica avere una squadra quest'anno, e capire come non possa essere apprezzata una tale iniziativa e quanta fatica per accettare di darsi ulteriori stimoli, andare avanti e non mandare tutti a quel paese. Camilla è del gruppo, ma a Maggio non si allena più di 5 volte, come lei Michele, va e viene, questa è una preparazione da torneo parocchiale non da trasferta internazionale. Ok, comunque si parte..e invece no! a dodici ore dal volo Lorenzo da forfait, un voto orrendo sommato ad un tracollo scolastico inducono i suoi a punirlo..giusto!!! ma per chi organizza è come un diretto sulla punta del naso un pugno da ko dal quale riprendersi è improponibile. Ma cos'è? ci hanno fatto un rito woodoo? Al gate, la mattina dopo, come previsto, Sebastiano e Lorenzo non ci sono e Michele? Michele viene fermato e non imbarcato problemi legati al suo documento che lo scorso anno permetteva di viaggiare all'estero e che da quest'anno è valido solo per i voli interni. Un disastro, ma per fortuna il padre ha pietà di noi, fa i salti mortali, e riuscirà ad imbarcarlo un 'ora dopo per Dusseldorf, lo andremo a prendere là. La gara è bellissima, un impianto stupefacente, ingrandito rispetto allo scorso anno, come previsto le delegazioni estere sono una moltitudine e il livello è davvero alto soprattutto tra i giovanissimi. Le prime a scendere in campo sono le ragazze. Camilla è incerta, perde per doppio shido al golden score, ma l'arbitro non si accorge, lei subito dopo piazza un seoi e si vede assegnata la vittoria, scoppia la fine del mondo, rifarà il match e sarà estromessa per una decisione assai discutibile dell'arbitro che considera una smorfia di dolore come una rinuncia. Il proseguio è senza note troppo poco judo alle sue spalle per avere un rendimento decente. Luisa invece è in buona forma e molto concentrata, si tuffa nella gara cercando di dominare la tensione, e contro la sua prima avversaria è come un ciclone. Bene anche gli altri incontri peccato che per lei non ci sarà la soddisfazione del podio dovendosi accontentare invece di rimanerci ai piedi. Molto avvincente lo scontro con l'inglese..brava. Michele è un pesce fuor d'acqua il suo primo titolato avversario britannico ne fa un sol boccone in meno di un minuto, nell'incontro successivo invece potrebbe anche farcela e invece, sopra di yuko, si lascia sorprendere e chiude la gara là. Per gli Juniores l'attesa è snervante, ma quando è il loro momento, non tradiscono le attese. Raffa detrminato combatte con efficacia e arriva in finale, Alberto è concentrato e molto tattico, solo in semifinale per una banale disattenzione si fa sorprendere da uno scozzese, ma purtroppo si è fatto davvero tardi e le due ore di ritardo impediranno ad entrambi di disputare il match conclusivo..peccato.



Treviso-Domenica 23 Maggio 2010
Stage Prov. con E. Pierantozzi

Prezioso seguito al Criterium è la presenza di Emanuela Pirantozzi, personaggio affascinante quanto di indiscussa competenza senza considerare il suo percorso sportivo. A questo punto si potrebbe scrivere di tutto perchè l'imbeccata è di quelle che ti permettono di riflettere su cosa sia veramente importante nella pratica quotidiana del judo..la ricerca incondizionata del risultato, il titolo, il ruolo, e conseguent clamore e riconoscimenti o semplicemente una pratica silenziosa di studio e ricerca nell'intento di proporre un percorso che poi ciascuno possa decidere liberamente di percorrere a modo suo..a noi o forse a me piace un judo per tutti e faccio mia la bella lezione sul tai otoshi.



Treviso-Domenica 23 Maggio 2010
3° Criterium Prov. Giovanissimi

Tocca a noi!, e la tappa del Criterium a Treviso è un successo organizzativo e di presenze, un ottimo preludio al Trofeo che organizzeremo a Novembre in contemporanea con le qualificazioni a squadre junior senior. I giovanissimi sono un'incredibile certezza e le loro capacità sono lampanti, il loro entusiasmo ci conforta dopo un periodo grigio... speriamo...del resto se il buon giorno si vede dal mattino!!!



Catania-Sabato 15 Maggio 2010
Campionati Italiani U23

La trasferta a Catania è poco più di una gita. Dopo la rinuncia di Nicola, alle strette con la scuola, per Lorenzo e Alberto, entrambi al primo anno juniores, fin dalla partenza l'impegno sembra superiore alle loro possibilità, lo dimostrano con una certa rilassatezza che sommata al clima da gruppo vacanze, lascia pochi dubbi su quello che sarà l'esito. La trasferta comunque fila via liscia, la Sicilia è ospitale e bellissima come sempre, anche se lontanissima, e viste le premesse non ci facciamo grandi illusioni. Alberto, decisamente appagato dalla cintura nera appena conquistata, sembra dominare il suo primo avversario, ma in una azione dubbia deve accettare il verdetto contrario, del resto il proseguio era piuttosto impegnativo, per non dire sbarrato, per essere più realistici. Lorenzo, invece qualche punticino lo incamererebbe volentieri visto che alla cintura nera manca ancora un po'. Ma la sua giovane età è un abisso se paragonata all'esuberanza fisica del suo primo avversario che con discreta disinvoltura gli piazza ippon, mandandolo definitivamente in doccia. TUTTI AL MARE.



Aggiornamento del 02/06/2010

Alberto Zanioli nera 1°dan
Nella sezione judo/tutte le cinture nere dell'ASD Judo Treviso è stato aggiunto Alberto Zanioli. Complimenti ancora.

Corsi di difesa personale presso le scuole superiori
Si sono conclusi anche quest'anno i corsi di difesa personale tenuti la mattina da Diego Gobbo, Alessandro Carta e Silvia Zanatta alle scuole del Comune di Treviso.



Aggiornamento del 10/05/2010

..e dopo titoli e foto ecco i commenti...e che commenti!
INTANTO NON DIMENTICATE DI:

Download locandina

Pordenone-Domenica 9 Maggio
34° Trofeo Int. Città di Pordenone

Ancora con gli esordienti a Pordenone. La sola Luisa rimane un punto fermo, per lei impegno e costante crescita, ma da lavorare, anche sull'atteggiamento, ce n'è a non finire, il resto, almeno sotto il profilo sportivo, è poco o niente.

Alberto è NERA
Pazienza e scrivo anche questo



Cittadella (PD)-Domenica 2 Maggio
Trofeo Reg.Città Murata

Eccoci qua presenti anche al Città Murata. La prima edizione del Trofeo di Cittadella è sorprendente per l'organizzazione, ma la partecipazione è contenuta. Archiviata la delusione delle settimane precedenti e sopita l'amarezza, decidiamo di dare ancora una possibilità a chi sembra davvero tenerci, nella consapevolezza che fare, e far fare le gare, non è un obbligo. Ma qualcosa non va. I risultati sono buoni, ma questo non c'entra più. La sensazione non è positiva, per cui non ci resta che incassare e andare avanti.



Pordenone-Sabato 1 Maggio
Dopo la delusione cocente di aver realizzato quanto la situazione sia complicata con esordienti e cadetti, per fortuna con gli atleti juniores abbiamo la certezza di aver creato un gruppo di gente seria, capace e responsabile. E infatti qualcuno preferisce rinunciare alle qualificazioni e ce lo dice. L' esame di Stato ora è un impegno prioritario, e se non c'è l'esame comunque per qualcuno l'esito scolastico non può essere posto in secondo piano. Chi viene invece fa il suo, il solo Gianluca inciampa in una giornata negativa, ma gli altri sono leoni come al solito, anche perchè in palio ci sono punti importanti per la cintura nera. Alberto, come alle qualificazioni juniores fa una gran bella gara e fa suo l'ambito riconoscimento in soli 4 mesi, del resto lo avrebbe meritato già da cadetto, anche Lorenzo fa un bel passo avanti in prospettiva cintura nera, ma quello che stupisce è Nicola, se pur a digiuno di allenamenti per i soliti motivi di studio, risolti quelli, fa anche la gara della vita..bravo! Peccato per Raffa intimidito dal sorteggio e sfortunato. Alla fine un gran bel risultato corale, ma con loro ci sentiamo sicuri. Qualificazioni Campionato Italiano U23

Genova-Sabato 24 e Domenica 25 Aprile
22° Trofeo Int Città di Colombo (Grand Prix Cadetti)

Poteva andar peggio? non credo!..a caratterizzare questa trasferta non è il risultato tecnico, che per altro non è certo eccezionale, quanto quello comportamentale con l'evidenziazione di una immaturità del gruppo insospettabile, e francamente mai emersa prima. Si sa nel branco un po' ci si perde e forse si punta a far risaltare il peggio di se per farsi accettare o addirittura per emergere, anche fingendo, peccato che poi nella solitudine dell'incontro, quando sul tatami si è davanti al prorio avversario, invece, non si possa recitare una parte, ma si possa unicamente giocarsi le carte che si ha a disposizione, poche se non si è lavorato per averne, poche se non si ha l'interesse di averne, pochissime se l'interesse è tarato su altro. Il judo sportivo è sofferenza, sofferenza genuina, positiva, quella che fa crescere, quella che in un momento ti stampa un sorriso grande così, o ti fa versare 2 lacrimucce, è un'eruzione di emozioni covate nello stomaco, che poi esplodono come una bomba nel momento della gara. Ma i nostri sono troppo bambini ancora, quel che conta per loro è l'ovattato mondo del divertimento spensierato, per loro Genova è una gita e noi accompagnatori poco più degli autisti. PURTROPPO C'E' DA RIFLETTERE. Per quanto riguarda la gara Camilla è terza, ma il suo andamento è piuttosto monocorde, vince facilmente con chi è più debole perde senza discussione con chi è più forte, ma impegnandosi potrebbe fare bene, Luisa come al solito non si risparmia e almeno lei in gara ha il giusto atteggiamento, Giulio è il solito guerriero, quando capirà che il risultato è una conquista e non è dovuto, allora diverrà un campione.



Sacile (PN)-Domenica 18 Aprile
Trofeo Altolivenza

Buona prova anche a Sacile. Più sottotono i maschietti, mentre brillano le femminucce. Luisa in modo particolare esordisce nei 57 kg, ma non si lascia intimidire e alla fine disputa una buona prova macchiata da un piccolo fastidioso infortunio. Benino anche chi non partecipa con la dovuta costanza agli allenamenti, ma che questa volta c'è! Speriamo che il misurarsi sia di stimolo per il fututro.



Pederobba (TV)-Sabato 10 e Domenica 11 Aprile
5° Meeting Regionale Giovanissimi, 30° Trofeo di Pederobba e G.P. 1° e 2° dan

Il weekend a Pederobba mette alla prova non tanto le abilità degli atleti quanto lo spirito di sopportazione dei tecnici e degli accompagnatori. Sabato si celebra la festa dei bambini, noi partecipiamo, al solito, con un gruppo nutrito ed entusiasta di giovanissimi, ma l'organizzazione e lo svolgimento delle attività sono ai limiti dell'accettabile. Confidiamo nel giorno dopo, ed invece cadiamo dalla padella alla brace. Il G.P. 1° e 2° dan dilata i tempi della manifestazione in modo insopportabile e alla fine saranno 13 le ore trascorse all'interno del palazzetto. La cronaca registra una buona se non ottima prova dei nostri con la sola delusione di veder rinviati i festeggiamenti per la cintura nera di Alberto.



Aggiornamento del 07/04/2010

Corsi di difesa personale presso le scuole superiori
Continuano i corsi di difesa personale tenuti la mattina da Diego Gobbo, Silvia Zanatta e Alessandro Carta alle scuole del Comune di Treviso. ASD Judo Treviso continua a divulgare anche in questo modo la disciplina del judo. Si ringraziano in particolare Alessandro Esposito e Stefano Robba per le dimostrazioni di judo svolte alla mattina.
Pubblichiamo le foto di due corsi:



Aggiornamento del 22/03/2010

Tolmezzo-Domenica 21 Marzo 2010
28° Trofeo Int. Città di Tolmezzo

Il primo giorno di primavera non sembra certo tale e noi ce ne accorgiamo fin dalle prime ore dell'alba orario fissato per la partenza alla volta di Tolmezzo dove partecipiamo con Giulio, all'esordio nella categoria 60 kg under 16, e con Lorenzo, Gianluca, Nicola e Alberto, questi ultimi quattro tutti alla ricerca di punti chi per il primo chi per secondo dan. La gara fila via liscia protraendosi un po' troppo nei tempi, ma ormai ce ne siamo fatti una ragione. Molto bene Giulio che combatte alla pari pur leggermente ancora impreparato fisicamente, bene anche i quattro moschettieri. Gianluca, che voleva riposare dopo le fatiche di Follonica, viene principalmente per far numero e così fa, Nicola e Lorenzo incamerano sei punti a testa con tre vittorie e il quinto posto finale, mentre Alberto compie un altro passo da gigante verso la nera salendo sul gradino più alto del podio...e la gara a Tolmezzo finisce qua.

Notizie dall'amico Gianni
Ancora una vittoria per Gianni a Bordeaux tra i masters francesi. L'occasione è stata propizia anche per sfoggiare la nostra nuova tuta sociale..GRANDE GIANNI!


Aggiornamento del 13/03/2010

Feltre-Domenica 14 Marzo 2010
2° Prova Criterium Prov. Giovanissimi

Bravi bravissimi i nostri giovanissimi campioni..e bellissima festa!



Follonica-Sabato 13 Marzo 2010
Campionato Italiano Juniores

Come potrei cominciare: "DISFATTA? GITA A CAPORETTO? no!!! no, ora a mente fredda, dopo che ne abbiamo dette di tutti i colori, e dopo che la delusione è rientrata, mi riappare chiaro che davanti a me c'è un gruppo inossidabile e dalle eccezionali capacità, e che nulla è compromesso o messo in discussione. Il risultato sportivo è amaro, su questo non c'è dubbio, e su questo bisognerà ragionarci su. Mai come quest'anno potevamo fare incetta di medaglie e invece abbiamo raccolto solo un settimo posto con Gianluca, mai come in questa occasione, la paura di vincere (la chiamo così) è sembrata un avversario insuperabile, ed incredibile, in diverse occasioni, è stato il modo in cui i nostri ragazzi sono usciti di scena. La cronaca vede a 66 kg un Lorenzo privo di mordente ed energie, mollare l'osso senza nemmeno provare ad assaporarne il gusto, e Gio, giustificato in parte da un sorteggio impossibile, rinunciare in modo insolito per lui, che si è sempre distinto per tenacia. A 73 kg Alberto, fa il suo, è l'unico forse che affronta la gara con lo spirito giusto, ma arriva fin dove può. Quasi porta a casa il match con lo stesso avversario con cui si era giocato l'oro alle qualificazioni, ma anche questa volta nel finale deve arrendersi. Il pasticcio più grande lo compie Raffaele (90 Kg) che dopo aver superato l'ostacolo più grosso, imboccata l'autostrada che lo avrebbe portato dritto alla finale, inspiegabilmente si ferma contro avversari non certo insuperabili, e poi Gianluca (60 Kg). Lui con il suo ormai tipico atteggiamento rinunciatario arriva addirittura settimo, un buon risultato sembrerebbe, peccato che lo ottiene dando il 50% di quello che avrebbe potuto dare. Mi conforta sapere che almeno alla fine se ne sia reso conto anche lui e che sta cosa, ora, gli bruci un po'. Comunque testa alta e SEMPRE AVANTI.

Bassano-Domenica 7 Marzo 2010
Trofeo Città di Bassano-Campionato Reg. Esordienti e Cad.

Hai gli occhi azzurri e i capelli biondi?..sei nel girone A, e tu sei bruno con gli occhi marroni, allora appartieni al girone B..sostanzialmente questo è il filo conduttore dei Campionati Regionali ai quali noi partecipiamo con i soli Esordienti, lasciando a casa i nostri potentissimi Cadetti, supponendo il dilatarsi eccessivo dei tempi vista la differenziazione degli atleti per ipotetiche capacità. Inutile a dirsi che la mia opinione è profondamente contraria a questa tipologia di organizzazione, non mi dilungo nel spiegare il perchè e mi adeguo. Il risultato, come previsto, è quello di assistere alla suddivisione in decine di gruppi tutti di pochi o addiruttura pochissimi atleti, un peccato perchè a noi interessa confrontarci indipendentemente dal risultato ed è bello farlo in tanti. La giornata comunque prosegue con una serie di risultati positivi e con buone prove di tutti. Le medaglie d'oro e quelle d'argento non si contano. Ottima la prova di Sebastiano in continua crescita e dalle ottime prospettive, bene anche Andrea, Massimo e Brian. In evidenza i nostri due giovanissimi Esordienti "A" che liquidano abilmente i loro avversari, mentre si confermano Luisa, Camilla e Giulia pur mancando quest'ultima della necessaria continuità e sicurezza che la spingerebbero certamente ben più lontano di dove già arriva.


Bassano- Sabato 6 Marzo 2010
Qualificazione Camp. Italiano Assoluto

Le qualificazioni agli Assoluti sono in programma la settimana che precede le finali juniores, alle quali noi partecipiamo con tutta la squadra. La decisione è quella di non rischiare nessuno. Il solo Roger decide di provare, l'entusiasmo generato nel vedere i suoi compagni più giovani ottenere la leadership in campo maschile in tutto il nordest alle qualificazioni under 20, del resto, è una spinta incontenibile. Purtroppo il grande cuore non basta e Roger deve accontentarsi della fase interregionale, una buona prova la sua, ma purtroppo la concorrenza delle giovani leve è agguerrita e in questo momento (Roger è novello sposo) non alla portata. MA L'ESEMPIO E' GRANDE COSA E QUELLO CHE DA ROGER VALE LA TRASFERTA.


Aggiornamento del 01/03/2010

MAESTRO LE CHIEDO SCUSA, MA SIA INDULGENTE E MI PERMETTA LA LICENZA POETICA DI USARE SOLO I NOMI :-)

Tarcento-Domenica 21 Febbraio 2010
26° Trofeo Valli del Torre

La Partenza
Dopo la sbornia di successi di un Sabato glorioso, la rilassatezza dell'impegno Domenicale è sostenuta dalla prima alba quasi primaverile di quest'anno. In macchina le donne la fanno da padrone (come al solito del resto), e il povero Seba deve accettare il posto in fondo, ma il suo sorriso conferisce allegria al gruppo, contrastando e mitigando la crescente tensione, in modo particolare di Luisa, che come al solito, prima delle gare, va in un crescendo esponenziale man mano che ci si avvicina al palazzetto.


La gara
La gara poi è indolore, rapida e piena di soddisfazioni come il giorno prima, tanto che il peso delle medaglie conquistate rischia di compromettere le sospensioni della macchina già messa a dura prova dall'euforia di chi ci sta dentro. Alla fine è molto più impegnativo superare lo spavento del blocco stradale infertoci, sottolineo per controllo, dai carabinieri che affrontare gli avversari sul tatami superati con discreta sicurezza. Molto bello l'uchi mata di Sebastiano, genio e sregolatezza, per non parlare dell'ura nage di Camilla una magia come il coniglio uscito dal cilindro. Sara Luisa e Andrea completano l'opera salendo tutti e tre sul podio. Il pit stop conclusivo al mc donald riporta tutta la giornata ad una dimensione di serena normalità.


Nicola è NERA

Ancora una volta uno dei miei raggiunge la maturità, dovrei averci fatto l'abitudine, invece la soddisfazione di poter consegnare loro la cintura nera, dopo tanti sacrifici e sapendo quanto arduo possa essere questo percorso, rimane e rimarrà immutata, senza nascondere che il loro importante risultato è, per chi scrive, una innegabile gratificazione personale. Come qualche mese fa ho scritto per Gianluca, anche per Nicola potrei dilungarmi nei ricordi delle avventure vissute insieme, dalle prime esperienze di gara, al quinto soffertissimo posto ai Campionati Italiani di qualche anno fa, dalle grandi prestazioni, alle bombe più incredibili, ma la cosa più importante rimane l'essere ancora parte di un grande gruppo, che ha lottato gioito e sofferto insieme e ancora lo farà ne sono certo..e che ora raccoglie i frutti di tanta dedizione. Bravissimo e complimenti ancora.


Tarcento-Sabato 20 Febbraio 2010
Qualificazioni Campionato Italiano Juniores

NESSUNO COME NOI

I timori iniziali c'erano tutti. Dopo che mi si continuava a ripetere che fin che son esordienti e cadetti vincere ha un significato relativo, mentre è da junior che si vede il vero valore, forse me ne ero convinto anch'io. Lo spettro del fallimento, di dover mettere tutto in discussione, mi disturbava. In gioco oggi c'era il singolo atleta e il gruppo intero, ma del resto molti erano al primo anno e la differenza fisica con gli avversari più anziani era un handicap non trascurabile, quest'anno le qualificazioni ce le dovevamo giocare con il Friuli e il Trentino, categorie da 20-30 atleti, avversari forti, ben noti, insomma una vera gara, non i soliti 2 incontri, ma la convizione di aver lavorato bene, di aver creato la giusta mentalità come al solito, c'era anche quella. Alla fine è stato il più eclatante successo in fase regionale mai registrato.. sei, dico, sei atleti maschi alle finali juniores..robe da altri tempi, qualificazioni arrivate con prestazioni eclatanti, ciascuno spinto da motivazioni diverse, ciascuno esprimendo la propria individualità al massimo, ma tutti uniti e orgogliosi di aver staccato il pass per Follonica insieme, di squadra..Per la cronaca Giovanni e Raffaele sanciscono una indiscutibile superiorità, Nicola inarrestabile nel suo cammino che finalmente lo porta alla cintura nera e Gianluca, perfetto e bellissimo da vedere come al solito, ottengono ciò che gli era sfuggito lo scorso anno e che davvero volevano fortemente, ma forse una nota di merito particolare va fatta per Alberto, concentrato e determinato come non mai, e per Lorenzo, artefice di una gara che definire generosa sarebbe poca cosa. Un comportamento ammirevole insomma il loro, un bell'esempio per i loro compagni più giovani. Oltre a questo non saprei cosa scrivere davvero la soddisfazione è veramente qualcosa di impalpabile e perciò di non descrivibile.

di Vincenzo De Carlo-Presidente dell'ASD Judo Treviso
Partiamo all’ora di pranzo, qualcuno direttamente da scuola. Quest’anno va così, il regolamento delle gare è questo e ce lo teniamo. In autostrada a tutta, sotto la pioggia che non molla un attimo. Questa volta mi siedo in tribuna, troppa gente giù, e poco spazio. La gara me la sono goduta davvero, sempre però rosicchiandomi le unghie. Ale (Esposito) invece, così tutti capiscono, entra in trance pre-gara, vestito di tutto punto. Io e Cristina (Robba) in maglietta, lui con tuta completa e felpa. Come è andata la gara? Bene, benissimo, alla grande. Gianluca (Fantin) fa molto bene nei primi due incontri, costretto al golden score in semifinale da un ostico avversario lo supera, molla solamente un po’ in finale e finisce secondo. I primi punti per il secondo dan sono già nel cassetto. I tre dei 66 Kg. staccano tutti il biglietto per Follonica. L'inizio è di Nicola (Carniato) che finalmente raggiunge il primo dan, così adesso potrà “iniziare” a crescere ancora. Peccato per l’ingeniuità dell’ultimo incontro. Lorenzo (Manni) trova subito un ostacolo difficile, cede ma gli ha tenuto testa bene. Recuperato arriva fino alla finale per il bronzo, ma è contento di avere raggiunto la finale nazionale. Gio (Zambello) mi farà spendere i soldi per mantenere una promessa. Arriva sul gradino più alto, nonostante nel penultimo incontro sembra dimenticarsi di come poco prima aveva dominato un avversario ben più ostico e preparato. Secondo anche Alberto (Zanioli). In finale si fa imbrigliare sulle prese, dopo aver condotto una gara regolare e impostata bene tatticamente. Veac (Zubcu) è apparso l’ombra di sé stesso, unico a non farcela per la trasferta in Toscana. L’unico a cui Ale non è riuscito a sbraitare nulla è stato Raffaele (Lorenzetto). Due incontri, due ippon, forse due minuti di incontro in totale. Credo che abbia fatto più fatica a scaldarsi prima della gara. Insomma un bel sabato pomeriggio. Contento, ma soprattutto orgoglioso, di esserci. Bravi ragazzi!


Angelo CINTURA NERA

Con decisione "MOTU PROPRIO" la Federazione ha riconosciuto la lunga militanza attribuendo ad Angelo la CINTURA NERA primo dan. Il tanto ambito riconoscimento arriva così proprio in un momento di rinnovato entusiasmo del decano del turno agonistico. Grande Angelo


Aggiornamento del 16/02/2010

Terni-Sabato 13 Febbraio 2010
Campionato Italiano Cadetti

Forse in sintonia con la bufera di neve incontrata , il viaggio di avvicinamento a Terni, sede quest'anno dei Campionati Italiani Cadetti, passa via in un ovattato silenzio. Superato lo spavento per la drammatica ipotesi di dover rimanere bloccati sulla e45 tutta la notte, sembra che tutto vada bene, anche se i nostri non proferiscono parola e capire cosa passa loro per la mente è impresa ardua. Vabbè la speranza è che la loro sia una calma apparente, per poi abbattersi con la furia di un ciclone sul tatami di gara, e invece...Michele così con la stessa flemma con cui era partito affronta una gara che oltre ad un podio nazionale avrebbe potuto promuoverlo cintura nera. Per lui sono solo mazzate, lo si capisce anche dal ciuffo, decisamente poco vivace, che oggi non c'è "trippa per gatti", e la sua gara finisce prima di cominciare...eccone un altro infettato dal MAL-DI-PIAZZA! Da Giulio, è innegabile, ci si aspetta qualcosa di più, e se dovesse essere il Giulio di solo un paio di settimane fa all'Alpe Adria, c'è da star tranquilli. Il sorteggio non è dei migliori, la strada per l'oro è sbarrata dalla presenza di un avversario, allo stato attuale, inarrivabile, ma al bronzo ci si può credere. Ma Giulio, come tre mesi fa alle finali esordienti, sembra non essere lui. Difficile dire se sia la tensione o cos'altro, sta di fatto che la sua imprevedibile esplosività si trasforma in un attendismo esasperato, dove emergono tutti suoi limiti legati alla lotta sulle prese, al ricercare lo spazio per attaccare, ma anche a gestire tatticamente l'incontro. Alla fine è settimo, un buon risultato in una gara molto competitiva con ottime individualità, se non fosse che terzo arriva un atleta cosentino che solo due settimane fa Giulio aveva schiantato brutalmente a Lignano...e lui lo sa! il viaggio di ritorno è un abisso di silenzio e umore nero..dai ragazzi di Giulio so che saprà riscattarsi, anche se ora per un annetto, dovrà lavorare sodo e se Michele capisce che tutto è conciliabile anche per lui come per Andrea il prossimo anno si può sperare in qualcosa di più che la sola qualificazione.


Aggiornamento del 09/02/2010

Conegliano (TV)-Sabato 6 e Domenica 7 Febbraio 2010
22° Trofeo Internazionale Città di Vittorio Veneto

Nella spettacolare cornice dello "Zoppas Arena" a Conegliano, quest'anno, con ben 8 tatami a disposizione, si è disputato il Trofeo Int. Città di Vittorio Veneto. Massiccia la nostra partecipazione con gli junior, ben 7, in prima linea. Ottime le prove di Gio e Raffa, più convincente rispetto a Fagagna la gara di Alberto, un po' meno brillanti gli altri, con Gian in versione "mi no vao a combatar" nella categoria di peso superiore, Lorenzo e Nicola in versione "ci sono e questo può bastare" e Veac alla sua terza apparizione su un tatami dopo Natale (un paio di allenamenti e questa gara). Ma il gruppo è solido, ognuno con le sue aspettative e va bene così. Per i cadetti la gara è un allenamento in vista delle finali del Campionato Italiano, un paio di incontri sia per Michele che per Giulio e poi remi in barca, mentre Andrea combatte e porta a casa un incontro...meglio di niente. Per quanto riguarda gli esordienti "B", se dai maschietti non ci si può aspettare di più , le femminucce disputano una buona prova giungendo con Luisa, Giulia e Camilla ad una finale. E' però solo Cami che alla fine riesce a salire sul podio mettendosi al collo un pesantissimo argento. Rachele invece, che è al primo anno, fatica molto a capire il contesto agonistico e si perde subito. Nessuna considerazione e tanta soddisfazione per la presenza di Laura e Sergiu tra gli esordienti "A" che completano lo squadrone.


Dueville (VI)-Sabato 30 Gennaio 2010
Qualificazioni Campionato Italiano Cadetti

Sono Giulio, Michele e Andrea i nostri under 16 a disputare le prime Qualificazioni ad un Campionato Italiano in questo 2010. Non mancano le perplessità per le insidie che riserva il nuovo regolamento che vieta l'attacco alle gambe diretto, per il fatto che tutti e tre sono all'esordio tra i cadetti e soprattutto perchè quest'anno Veneto Trentino e Friuli sono aggregati e non si sa quali saranno le forze in campo. Ma le tante paure sono mitigate dai numeri, che ad esempio nella sola cat.55 kg, quella che a noi interessa, contano ben 19 atleti iscritti e quindi 6 pass (ovvero fino al quinto classificato) disponibili per le finali. Il sorteggio vede Michele sopra e Giulio e Andrea sotto e subito uno contro l'altro. Michele soffre come un pazzo, vince il primo, perde il secondo a 8 sec dal termine sopra di waza ari e poi vince i tre successivi recuperi patendo le pene dell'inferno, ottenedo tuttavia qualificazione e terzo posto. Giulio supera Andrea, ma a seguire lo attende un incontro impegnativo. Ma Giulio non tradisce le aspettative e arriva in finale con il suo solito fare autoritario, dove trova lo stesso avversario che aveva superato in pochi secondi la settimana precedente all'Alpe Adria. Nonostante la qualificazione fosse già assicurata per entrambi, la finale è accesa e molto ben combattuta. Ancora una volta Giulio, sul quale l'avversario ben guidato costruisce una gabbia tecnica ad hoc, ha il guizzo vincente e fa suo l'incontro. Andrea dopo Giulio deve fare il miracolo per proseguire la gara e ottenere la qualificazione, il suo avversario è certamente più preparato, ma è in verità l'unico ostacolo rilevante. Andrea combatte con determinazione al limite delle sue possibilità, ma ne esce sconfitto.. peccato!!! sarà per la prossima.


Lignano(UD) - Domenica 24 Gennaio 2010
Trofeo Int. "Alpe Adria"

Il trofeo Alpe Adria è il primo appuntamento che conta della stagione, prima tappa del Grand Prix Cadetti, al termine del quale lo staff della nazionale italiana selezionerà i migliori under 16 per gli impegni internazionali di rilievo. Ci siamo con Andrea e Giulio. Proprio quest'ultimo si mette subito in evidenza. Per nulla intimorito dalla nuova classe d'età combatte alla grande tutti i sei incontri che alla fine lo spingeranno sul gradino più basso del podio. Giulio è uno che chiacchera poco e agisce molto, e con una determinazione inconsuete chiude gran parte degli incontri in pochi secondi con l'unico neo della sconfitta per inesperienza patita con lo slavo, poi vincitore, che lo strangola abilmente dopo un attacco azzardato. Andrea prova invece i 60 Kg, ma la doppia novità (classe e peso) sono motivo di stress tale da non permettergli di esprimersi come può, e la sua gara termina prima ancora di iniziare.



Ecco l'amico italo francese Gianni che dallo scorso anno indossa i nostri colori e che recentemente con i nostri colori ha disputato e vinto il torneo "Eurometropole Masters Erima" a lui i nostri complimenti


Aggiornamento del 08/02/2010

Aggiunti all'interno dell'area "foto e video" due filmati che da tempo girano su youtube uno dei quali, la notra OPERA PRIMA ;-) lo potete vedere anche qui

Aggiornamento del 18/1/2010

Fagagna (UD)-Sabato 16 e Domenica 17 Gennaio 2010
2° Trofeo Internazionale "Shimai"

Nella prima uscita dell'anno a Fagagna, in provincia di Udine, subito in evidenza i nostri, con 4 primi posti. Per la prima volta sul gradino più alto del podio Luisa e Camilla, mentre è di bronzo l'esordio di Sara. E' d'oro anche la prestazione di Gianluca, cintura nera di calcetto, ma abile anche a piazzare ippon qua e là. Il neo acquisto Raffaele non fatica più di tanto ad imporsi nei 90 kg. Trascinato da un papà Tiziano infuriato come non mai,Nicola, reduce da una serata con i fioi conclusa alle 5 del mattino sul divano di casa, combatte alla grande e arriva terzo (quasi quasi). Discorso diverso per Lorenzo e Alberto. Buona prova per entrambi, ma come era nelle previsioni, nelle categorie principali, tra gli junior non si scherza.



La nostra nuova divisa sociale


Aggiornamento del 10/1/2010


Lignano (UD) - Domenica 3 Gennaio
Winter Camp Lignano

A Lignano, allo stage invernale che organizza lo Yama Arashi Udine, sono presenti oltre 500 atleti, ma noi partecipiamo in pochini..peccato!!!! Tra gli ospiti illustri, oltre a titolatissimi atleti, anche i 2 tecnici eletti dall'unione europea i migliori dell'anno in campo maschile e femminile, ovvero il nostro Ezio Gamba e Marjan Fabjan della squadra slovena del Sankaku Celje.


Il nostro Calendario
1 anno insieme a noi




Auguri a tutti

Nella foto il nostro bellissimo albero di Natale realizzato con il contributo di tutti i nostri piccolissimi campioni


Grisignano di Zocco (VI)-Domenica 20 Dicembre 2009
Gran Premio Es A e 3° Gran Premio 1° e 2° Dan

Non propriamente una grande gara vista l'esigua partecipazione, dettata anche dall'imprevista e abbondante nevicata. Tuttavia i nostri si mettono in evidenza lasciando presagire un ottimo futuro anche se il prossimo anno ci vorrà molta più convinzione e partecipazione.


Assemblea e Cena Sociale
Lasciamo alle immagini raccontare il tradizionale evento di fine anno quest'anno più che mai riuscitissimo grazie ad una partecipazione massiccia. Grazie davvero di cuore a tutti. W il judo Treviso.


Treviso- Sabato 12 e Domenica 13 Dicembre 2009
Trofeo Città di Treviso e Criterium Giovanissimi

Abbiamo spazio a sufficienza per raccontare tutto? Ebbene no! Impossibile. BRAVI BRAVI BRAVI a tutti quanti...siamo un grande gruppo e questo può bastare. L'unica nota stonata la presumibile ultima gara (speriamo solo per un po') di Riccardo che si sbarazza in men che non si dica di tutti e si aggiudica il riconoscimento di miglior atleta della manifestazione..concludendo così in bellezza.



Lido di Ostia-Sabato 5 Dicembre 2009
Campionato Italiano Esordienti

C'era solo Giulio a difedere i nostri colori quest'anno ai Campionati Italiani Esordienti. Dopo un viaggio allucinante per il traffico e le avverse condizioni metereologiche...Ostia ci riserva ancora grandi soddisfazioni. Un pur emozionato Giulio (stano per lui), infatti, alla sua prima esperienza, sfiora il podio dopo ben 7 incontri. Bravo anzi bravissimo e continua così!

Treviso-Lunedì 30 Novembre e Martedì 1 Dicembre 2009
Gare Sociali

Come al solito gran festa per tutti...


Prato-Sabato 28 e Domenica 29 Novembre 2009
Finali Campionato Italiano a Squadre

Il capolavoro lo avevamo fatto alle qualificazioni, forse ripetersi era chiedere troppo. Peccato, anche se l'esserci, e con due Squadre, era già una grande cosa. Brava la squadra junior/senior, ma poco attrezzata, sfortunata invece quella cadetta subito di fronte alle avversarie più forti. Vabbè a squadre proprio non riusciamo a fare il risultato storico nonostante ogni anno ci presentiamo con ottime possibilità..MA NOI CI CREDIAMO!

Aggiornamento del 21/12/2009


Aggiunti nuovi "Disegni dei piccoli judoka dell' ASD Judo Treviso" .



Aggiornamento del 17/12/2009


Aggiunti nuovi "Disegni dei piccoli judoka dell' ASD Judo Treviso" .



Aggiornamento del 06/12/2009


Aggiunta una nuova sezione all'interno dell'area "judo":"Disegni dei piccoli judoka dell' ASD Judo Treviso" . Per tutelare i minori è stato messo sotto il disegno solo il nome e l'iniziale del cognome. Aspettiamo ora con calore altri disegni.



Aggiornamento del 23/11/2009


Dueville (VI) - Domenica 22 Novembre
Qualificazione Campionato Italiano Esordienti

Poteva essere una festa e invece torniamo a casa con un bottino piuttosto magro. Grossa delusione e niente foto di questa giornata, che ha visto il solo Giulio confermarsi al vertice della sua categoria dimostrando doti di concretezza, volontà e determinazione indiscutibili e tali da consentirgli una facile qualificazione. Del resto nell'ultimo periodo è uno dei pochissimi ad aver mostrato un certo interesse, e conseguente costanza nel partecipare, e questo è il problema principale di questo gruppo numeroso, ma poco agonista, di atleti. Il nostro sport non fa sconti a nessuno e chi non semina nemmeno raccoglie. Ai miei occhi i ragazzi di oggi a 13, 14 anni hanno possibilità e distrazioni che rendono una disciplina come il judo, una scelta difficilissima. E del resto, con un po' di ironia direi, come biasimarli! E' certamente più facile andare ad una festa che sopportare il rigore dell'allenamento e magari del mantenimento del peso e soprattutto del mettersi in gioco davvero, dell'esporsi, del palesarsi per quelli che si è, e dell'accettarsi con tutti i propri limiti, è certamente meno impegnativo lo status quo che porsi l'obiettivo di progredire, di migliorarsi davvero. Peccato, un vero peccato che la società effimera di oggi proponga sempre di più divertimenti usa e getta a scapito delle vere emozioni quali possono essere la condivisione di una paura, la delusione di una sconfitta, o perchè no, la gioia per una vittoria. Vabbè, al di là dello sfogo, torniamo alla gara. Giulio quindi vince e convince, ma Michele, che avrebbe potuto tranquillamente fare altrettanto, appare, al contrario, svogliato e stanco, in parte giustificato dalla settimana trascorsa a combattere l'influenza. Ancora nei 55 Andrea L. fa il possibile, ma troppe incertezze e ancora troppa poca determinazione ne precludono ben presto il cammino. La stessa cosa non sarebbe successa ad Andrea G., inserito in una poule ampiamente alla portata, se, dopo aver vinto le pre-qualifiche in quanto non ancora cintura marrone con 2 bellissimi ed efficacissimi morote-seoi nage, improvvisamente al primo incontro delle qualificazioni non si fosse spento. Marco nei 45kg faceva il suo, ma non si può partecipare ogni tanto e sperare nel risultato. Tra le ragazze il preludio era positivissimo per Giulia e Camilla che scansavano le più forti (!!!!!), meno confortante per Luisa che avrebbe dovuto battere un'avversaria molto più esperta di lei. E invece la sola Luisa dimostrava di aver capito dov'era e cosa fosse venuta a fare, e che non sarebbe stato il caso di vanificare tutti gli sforzi fatti nei mesi e nelle settimane precedenti. Il suo è stato un bellissimo incontro combattuto e perso con onore. Non altrettanto si può dire di Giulia, forse più presa dal tornare a casa presto e dal mandare sms in giro per il mondo, che dal conquistare il pass per Roma. Conduce una gara senza darle una logica, vince per un episodio il primo incontro e perde il secondo (che le avrebbe consentito la qualificazione) nello stesso modo. E come Giulia anche Camilla sembra non capire bene che c'è una meta nel cammino che sta percorrendo e pur conducendo tranquillamente l'incontro, sostanzialmente, con la stessa casualità con cui tiene a bada l'avversaria nello stesso modo le consegna la vittoria come un regalo natalizio anticipato. Per la cronaca Luisa poi ha la meglio su Camilla nella finale per il terzo posto. Ancora PECCATO, ma andiamo avanti. FORZA GIULIO!

Dueville (VI) - Domenica 8 Novembre
Qualificazione Campionato Italiano a Squadre j/se e cad e Coppa Italia Regionale Cad

CRONACA DI UN'IMPRESA

Aiutati che il ciel t'aiuta dice un detto e potrebbe anche essere il breve riassunto di quella che è stata una vera impresa. Se da una parte nemmeno l'assenza per malattia del prestito a 55kg e un Lorenzo in preda ad uno stato confusionale potevano mettere in discussione il risultato della formazione under 16, che come pronostico superava sia Vittorio Veneto (con un generosissimo VEACESLAV a +73kg), che Montebelluna, garantendosi così la qualificazione per le finali di Prato (ed è il terzo anno consecutivo), altro era il discorso per gli ju/se. Essendo noi una delle pochissime società con un florido vivaio capace di schierare una formazione tutta interna, anche con l'aiuto di chi è meno partecipe all'attività agonistica e pur sapendo che altre formazioni avrebbero fatto di tutto pur di non mancare il risultato, la decisione era quella di onorare l'attività PERCHE', SIA CHIARO, TRA L'ESSERE E L'AVERE C'E' UNA BELLA DIFFERENZA E NOI PUNTIAMO PRINCIPALMENTE AD ESSERE UN GRANDE GRUPPO. Poi cadevano due tegole, prima l'infortunio di Giovanni e poi l'influenza di Raffaele, ma prontissima era la reazione/risposta e il sacrificio di tutti per non rinunciare alla gara. Gianluca 60 kg, dapprima escluso, entrando in gioco, avrebbe tirato a 66 insieme a Nicola e via via TUTTI avrebbero scalato il peso. Il giorno della gara non c'era dubbi Padova si era rinforzata, ma Mestre 2001 addirittura schierava una sorta di rappresentativa straniera in rappresentaza della propria squadra, un po' come l'Inter di Moratti. Il sorteggio però giocava un brutto scherzo alle due formazioni più attrezzate, lasciando contendersi un posto per le finali a noi, all'altra formazione mestrina e a Verona. A questo punto il grande cuore dei nostri e una indiscutibile superiorità erano sufficienti per raggiungere la finale e la conseguente qualificazione ottenuta con un doppio 4 a 1. Treviso torna in serie "A"...GRANDI RAGAZZI!



Dueville (VI) - Domenica 8 Novembre Gran Premio 1° e 2° dan
Gran Premio 1° e 2° dan

Gianluca è NERA

Mi ricordo di Gian cintura bianca al trofeo di Natale a S. Donà, aveva 5 o 6 anni era la prima volta che accompagnavo un gruppo a fare una gara..in verità era una festa! Mi ricordo di Gian alle prime gare, e mi ricordo tutte le sue paure (tantissime talvolta incontrollabili, come quella volta a S. Marino), mi ricordo quando era blu-marrone e a tarcento avrebbe raggiunto un numero sufficiente di partecipazioni che gli avrebbero consentito di indossare la marrone..festeggiò con 4 uci-mata da antologia, tanto che un arbitro mi chiese informazioni su di lui, totalmente rapito da una simile capacità in un atleta così giovane, mi ricordo la medaglia sfiorata ai Campionati Italiani Cadetti una gara di incredibile condivisione e intensità. Potrei continuare a scrivere per ore..la cintura nera ti conferisce in sostanza un ruolo che ai miei occhi già da tempo ti spettava e finalmente non potrai non vestire un simbolo "eccentrico" per timidezza come hai fatto dopo il quinto posto, quando la federazione ti inserì nell'elite dei cadetti, come ti eri meritato, consegnandoti il relativo distintivo da cucire sul Kimono. Ma tu sei fatto così e in fondo è sufficiente il tuo grande judo.


Treviso - UNA LEZIONE PARTICOLARE-di V. De Carlo
A guardare le facce stupite dei bambini sul tatami dell’ASD Judo Treviso c’era da sorridere. Con una sorta di ammirazione hanno guardato l’insegnate del loro insegnate fare una breve lezione fuori dalle righe. A sorpresa il Maestro Bernardino De Carlo ha trascorso un pomeriggio tra i bambini della “sua” palestra; molti sono i nipoti o i figli degli allievi che ha visto passare sul tatami di Viale Montegrappa. Ad un certo punto ha voluto fare una piccola dimostrazione di un’abitudine che non c’è più tra i judoka di oggi. Una sorta di cerimonia che ha molto di sol levante, distante dalle nostre abitudini. Ha spiegato, infatti, come i judoka di qualche anno or sono piegavano il proprio kimono. I ragazzini hanno osservato tutta l’operazione in un silenzio totale ed inusuale per loro, stretti attorno al Maestro che con brevi e rapidi movimenti ha trasformato casacca e pantaloni in un pacchettino avvolto dalla cintura del judogi. Una tradizione dei tempi trascorsi, non più attuale per i comodi e capienti zaini e borsoni sportivi di oggi, dove tutto può essere buttato dentro in fretta. Al termine il Maestro ha spiegato che la stessa cosa era stata fatta per la prima volta oltre cinquant’anni fa, dopo la prima lezione di Judo tenuta a Treviso. Dopo il saluto è sceso da quella materassina che per anni ha calcato ogni giorno per ore ed ore, sempre con addosso gli sguardi dei giovani atleti, catalizzati dalla cintura bianco-rossa segno inconfondibile, per un judoka, di esperienza e di rispetto.


Eboli (SA) - Sabato 31 Ottobre 2009
Coppa Italia 2009

Luci e ombre sulla Coppa Italia. Bella gara e bella trasferta, peccato per i nostri. Francesco praticamente subisce in pochi secondi un'azione avversaria al primo incontro che gli preclude il prosieguo della gara, Raffaele dopo aver fatto suo il primo incontro deve arrendersi al più esperto avversario e Giovanni, che il destino mette, in apertura, contro l'amico Ludovico , ora in forza al Montecarlo Frascati, non solo perde, ma si fa pure un gran male. Per la cronaca ungrandissimo Ludovico finalmente ottiene un prestigioso primo posto al termine di una gara perfetta e dominata. Infine Gian, chissà, forse in gara con i suoi mille mostri già dal mattino, fa abilmente suo il primo incontro, per poi sprecare contro il campione in carica, che pur non marcando nessun punto ha comunque la meglio per shido. Gara finita e tutti a casa.


Montebelluna (TV) - Domenica 25 Ottobre
Memorial Trinca a Squadre

Prova di forza dei giovanissimi portacolori trevigiani capaci di metter su tre squadre complete di soli atleti interni cioè senza prestiti. Questo il più bel risultato, poi quello sportivo fa registrare il terzo posto delle ragazze e dei buoni incontri dei maschi.


Villanova - Domenica 25 Ottobre
Trofei Int. di Villanova a Squadre per Rapp. Regionali e Nazionali

Guidata da Alessandro e con 4/5 della squadra composta dai nostri fortissimi under 16, la rappresentativa regionale ha sfiorato l'impresa a Villanova dove partecipava con altre formazioni regionali e con le nazionali italiana, spagnola, ungherese, belga, per citarne alcune, al Trofeo locale. Ottima gara dei nostri in vista del Campionato Italiano a squadre e quinto posto finale della squadra, dopo che per un soffio, in semifinale, si era mancato il successone sulla nazionale italiana.

Montebelluna (TV) - Sabato 24 Ottobre
Qualificazioni Coppa Italia

E' una cavalcata trionfale la qualificazione alla Coppa Italia, dove sostanzialmente tutti centrano l'obiettivo con Giovanni e Gianluca in evidenza primi nei 60 e nei 66 kg rispettivamente. Buona anche la gara di Francesco anche lui dominatore assieme a Giovanni nei 66 e generosa la prestazione di Nicola. Anche Raffaele, ormai aggregato alla nostra società, da Settembre, stacca con autorità il biglietto per le finali di Eboli (SA).

Bergamo - Domenica 18 Ottobre
Trofeo Int. Sankaku

Ancora protagonisti gli Esordienti con Michele in evidenza nella penultima tappa del Trofeo Italia. Per lui terzo gradino del podio, ai piedi del quale si colloca Giulio. Benino anche gli altri, ma c'è ancora moltissimo da lavorare.


Miane (TV) - Domenica 18 Ottobre
3° Criterium Interprovinciale "Trofeo Vallata"

Ottima prova dei nostri giovanissimi miniatleti protagonisti nella terza tappa del Criterium. Sempre allegri e con un bel sorriso stampato in faccia, così come li vogliamo vedere noi. EVVIVA!!!!


Lugo di Romagna (IM) - Domenica 11 Ottobre
Trofeo Int. Romagna

Sono le giovani under 15 le protagoniste di questa trasferta. La medaglia di Camilla non mitiga le preoccupazioni per un rendimento non ancora di livello, e le qualificazioni sono alle porte. Vabbè almeno l'impegno c'è stato come dimostra la stanchezza di fine gara. Speriamo!


Spilimbergo - Domenica 4 Ottobre
Memorial A. Tiberi e Città del Mosaico

Buona gara corale in uno dei più tradizionali appuntamenti autunnali. Su tutti Giulio, che conferma doti di icredibile concretezza, ma di spessore anche le madaglie di Camilla, Alberto, Gianluca e Giovanni.

Tarcento - Sabato 26 e Domenica 27 Settembre
Coppa D'Apertura e Trofeo di Tarcento

Inizia la stagione agonistica degli atleti trevigiani con i tradizionali appuntamenti tarcentini della Coppa d'Apertura riservata agli atleti Esordienti e Cadetti e con l'importante tappa del Grand Prix nazionale Junior Senior. Buone prove di Luisa, Giulio e Michele tra gli under 14, di Alberto e Veaceslav tra i cadetti, bravi tutti gli altri, che pur non andando a medaglia hanno lottato con caparbietà.

Aggiornamento del 9/11/2009

All'interno dell'area "judo" - "Tutte le cinture nere dell'A.S.D. Judo Treviso" sono state inserite le pagine riguardanti: Diego Gobbo e Stefano Robba.

Aggiornamento del 13/10/2009

Brochure
Modulo_preiscrizione_atleti.doc
Vedi la piantina su google maps

Aggiunti due nuovi sponsor: ALACA financial team e Comunica assicurazioni e investimenti.

Aggiornamento del 1/9/2009

Apertura Stagione Sportiva 2009/2010
Dopo un'estate passata a smontare, pulire, pitturare e rimontare, la PALESTRA ha ricominciato a vivere. A breve verrà stabilito l'orario definitivo. Per soddisfare l'ampia richiesta, stiamo progettando di ampliare lo spazio dedicato ai piccolissimi che anche quest'anno si sono presentati numerosi in segreteria per cominciare l'attività. Se sarà così attivato un nuovo corso ci sarà certamente posto per tutti. Gli atleti invece sono già al lavoro da qualche settimana, per loro le prime gare sono alle porte. FORZA RAGAZZI.

INFINE CONTROLLATE LA SEZIONE 2008/2009 PER VERIFICARE L'AGGIORNAMENTO FOTOGRAFICO CHE CONTINUO A PORTARE AVANTI NONOSTANTE ORMAI CI SI DEBBA OCCUPARE DELLA NUOVA STAGIONE.