Home page Alessandro e Francesco


Torna alla home page
Vedi le news
Vedi gli orari dei corsi
Vedi gli approfondimenti sul judo
Vedi la composizione del consiglio direttivo
Vedi le foto e i video
Vedi i link
Entra nell'area riservata

News        

Aggiornamento prima del 8/7/2008 poi del 27/8/2008

Scusatemi mi sono preso un periodo di pausa ORA RICOMINCIAMO...!!!

Convocazioni

TUTTI GLI ATLETI AGONISTI E NON, APPARTENENTI ALLE CLASSI CADETTA, JUNIORES, SENIORES E MASTER SONO PREGATI DI NON MANCARE ALL'ALLENAMENTO DI LUNEDì 1 SETTEMBRE DURANTE IL QUALE VERRANNO DATE IMPORTANTI COMUNICAZIONI SUGLI IMPEGNI E SULL'ORGANIZZAZIONE DELLA PROSSIMA STAGIONE SPORTIVA.

Inizio attività-GLI ORARI DETTAGLIATI SONO AFFISSI IN PALESTRA

Le attività in palestra per gli atleti (grandi e piccoli) cominceranno Lunedì 1 Settembre. I potenziali nuovi iscritti possono già recarsi presso la sede del Judo Treviso (viale Montegrappa 22/a) per acquisire tutte le informazioni del caso, per loro l'attività comincerà Lunedì 15 Settembre. GLI ATLETI AGONISTI, come da accordi, hanno ripreso gli allenamenti Lunedì 25.

Convocazioni

Alberto Zanioli è stato convocato dalla Federazione e parteciperà allo stage che si terrà a Lignano durante la prima settimana di Settembre. Lo stage di Lignano è uno dei più importanti appuntamenti dell'anno per la classe cadetta, e anche quest'anno è prevista una nutrita partecipazione, oltre che dei migliori under 16 italiani anche di importanti rappresentative straniere.

Classifica

E’ uscita nei giorni scorsi la classifica provvisoria del 2008, che la Fijlkam pubblica ogni anno come resoconto dell’attività agonistica ufficiale, e ancora una volta, come negli ultimi quattro anni, il risultato ha confermato il livello eccellente degli atleti del Judo Treviso, che con i loro ottimi risultati (in ben ventidue quest’anno hanno conquistato una finale nazionale), hanno contribuito a riportare la squadra trevigiana ai vertici nazionali. La notizia ha gratificato non poco il nostro staff e in particolar modo Alessandro. Dalla classifica si evince che le società di Vittorio Veneto e Valpolicella, grazie soprattutto alle loro irriducibili atlete, anzi cogliamo l'occasione per complimentarci con tutte loro (Marta e Marisa per Vittorio Veneto e Marta, Valeria e Sonia per Valpolicella) rimangono per ora lontane, ma al terzo posto in regione ci assestiamo noi, grazie anche allo scivolone di quest'anno del fortissimo Mestre 2001 del Maestro Pasini, e se proprio vogliamo, dando anche un'occhiata alla classifica del Gran Premio Veneto, per quantità e qualità dei nostri atleti, forse forse, rappresentiamo un vero punto di riferimento in regione. A titolo personale vorrei tuttavia dedicare una nota in coda al fatto che francamente mi sembra un po' riduttivo stilare una classifica solo guardando ai risultati agonistici (pochi atleti fortissimi sono in grado da soli di trascinare ai vertici società intere), da buon matematico direi che si potrebbe studiare un algoritmo che pesasse parametri diversi per dare valore anche al lavoro di promozione e divulgazione della disciplina.

Vacanze

Per tutti gli atleti NON AGONISTI i mesi di Luglio e Agosto sono tradizionalmente di riposo assoluto, per gli AGONISTI valgono gli accordi presi con i tecnici sul tatami.


Gran Premio Veneto - dal 7 al 15 Giugno 2008

Bellissima, e fortemente formativa, l'esperienza vissuta durante la prima settimana di Giugno da Alessandro, Stefano, Riccardo e Nicola con la rappresentativa regionale under 16 a Lipari. Mentre Alessandro aveva ricevuto l'incarico dal Comitato Regionale come tecnico accompagnatore, Riccardo e Nicola erano stati convocati in quanto vincitori del G.P. Veneto, Stefano infine si era aggregato (a sue spese) con l'obiettivo di fare un periodo di vacanza e del buon judo. Tutti accontentati! Per i ragazzi non ci poteva essere chiusura migliore, per i tecnici pure. Da sottolineare che anche Giovanni e Ludovico, veri mattatori della stagione agonistica scorsa e vincitori del G.P. Veneto riservato agli atleti juniores, hanno ricevuto il loro premio con la convocazione per lo stage di Pola in Slovenia a cui hanno partecipato nel mese di Luglio.


Aggiornamento del 5/6/2008

Onorificenze e Riconoscimenti

Brevemente per ricordare che Alberto Zanioli e Simone Manni, rispettivamente Campione e Vicecampione italiano nel 2007, nei mesi di Maggio e Giugno hanno ricevuto i dovuti riconoscimenti per i loro successi sportivi, prima dal Coni provinciale e poi dal Comitato Regionale. A loro ho chiesto invano un documento fotografico delle cerimonie, chissà...

Campionati Italiani under 23 - Catania 31 Maggio 2008

Ormai è tardi per rimembrare la più eccitante trasferta dell'anno (in macchina da Treviso a Catania andata e ritorno), rimarrà archiviata nella nostra memoria come una delle avventure più emozionanti della nostra esperienza sportiva e associativa, anche se la gara in sè ha visto sia Gio che l'attesissimo Ludovico pagare un po' la stanchezza e il finale di stagione. Ci rimangono solo un paio di domande: 1) La complanare cos'è 2) Il bicchiere di Max Pezzali è mezzo pieno o mezzo vuoto 3) Ma soprattutto la Berlingo è Berlunga o Berlarga


Esami 2008

Oltre 130 atleti, durante l'ultima settimana di Maggio, hanno partecipato in palestra ai tradizionali esami per il passaggio di grado. Simpaticissime alcune risposte alle difficili domande degli inflessibili insegnanti, attente e precise alcune altre. Per tutti in ogni caso, alla fine della verifica, è giunto il riconoscimento della promozione, che è valsa, oltre all'ottenimento della mezza cintura superiore anche come importante stimolo a proseguire il cammino iniziato. Alla riuscitissima cerimonia della consegna dei diplomi e delle ambite cinture, assieme ai ragazzi e ai loro genitori, ha partecipato il Maestro De Carlo.


Campionati Italiani Universitari - Pisa 24 Maggio 2008

Matteo, che dopo la laurea in Scienze Motorie ha scelto di proseguire gli studi iscrivendosi al corso di laurea in Storia, Sabato 24 a Pisa, ha partecipato con il CUS Venezia ai Campionati Italiani Universitari. Nonostante fosse lontano da parecchio tempo dalle competizioni (in questa stagione sportiva infatti non ha partecipato ne alla Coppa Italia ne agli Assoluti) è riuscito comunque a salire sul gradino più basso del podio. Rimane il rammarico di essersi classificato alle spalle di due fortissimi atleti la cui carriera sportiva forse è di gran lunga più importante di quella universitaria.

Aggiornamento del 25/5/2008

Velocissimo resoconto degli ultimi eventi (anche perchè avendone fatte di tutti i colori, ricordarsi tutto...!!!)...:-):

Trofeo città di Udine - Udine 18 Maggio 2008

A Udine, sotto il diluvio universale dall'arca sbarchiamo con una pattuglia di 10 giovanissimi, tra cui, con grande gioia di chi si prodiga per creare gruppo, finalmente, un nutrito gruppo di giovanissime. La gara si presenta piuttosto impegnativa data la presenza di molte società straniere che a livello giovanile sono quasi sempre anni luce davanti a noi. Ma si sa, nel judo sportivo, agli inizi, vincere è l'ultimissima cosa, fare del buon judo la penultima (anche perchè, per come vanno le cose, la voragine che separa il judo dal judo sportivo è sempre più profonda), mentre superare a pieni voti il duro compito di approcciare sereni, di imparare le dinamiche, ovvero, capire cosa serve, cioè, come dire, prendere coscienza di questa nuova sfaccettatura della disciplina che fino a ieri era solo un gioco e si praticava solo in palestra, si e no, 1 o 2 volte alla settimana, è il compito più duro da portare a compimento per atleti e tecnici, fatto questo, si può fare tutto il resto. Se la disciplina che pratichiamo è l'unione di corpo, mente e cuore, i nostri ora sono nella fase del cuore. Veniamo alla gara. Giordano è grandissimo, sa seguire nel dettaglio le indicazioni dategli per affrontare un fortissimo e temibilissimo avversario croato. Lo affronta con coraggio, respinge tutti gli attacchi e ci perde solo di yuko, nell'incontro successivo conquista il bronzo con un preciso seoi. Alla stragrande anche Michele, che alla fine è quinto, ma disputa una gara molto intelligente. Buona la prova di Davide, che conferma le sue qualità e accumula esperienza. Ancora lontani da come dovrebbero essere Marco e Nicola, alla fine quinto e terzo, e sorprendente Lucone che conquista l'argento al termine di una bellissima prestazione. Le bimbe non brillano, ma non deludono nemmeno. La loro è un'esperienza importante, che speriamo sia la prima di una lunga serie.

Allenamento a Mestre - 17 Maggio 2008

Sabato pomeriggio, con tanta buona volontà da parte di tutti, visita alla palestra del "judo Mestre 2001" e relativo allenamento...mamma che caldo!!!

Qualificazioni Campionati Italiani under 23 - Rosolina (Rovigo) 11 Maggio 2008

Anche dalle qualificazioni under 23 usciamo trionfanti, tre atleti tre qualificati...non ci sono più commenti per descrivere questo primo semestre agonistico dei nostri ragazzi. 22 atleti qualificati nelle diverse finali nazionali di classe, 3 finali disputate, forse, pur non avendo portato a casa nessuna medaglia (per ora!!!! (e relative corna scaramantiche), mancando ancora le finali di Catania) contrariamente agli ultimi due anni, questa è la stagione migliore per volume e quantità di risultati diversi ottenuti, un trend positivo che sarà ben arduo da perpetuare. La cronaca della gara fa registrare l'ennesima prestazione encomiabile di Gio e Ludo, quest'anno in cima alla classifica regionale tra gli under 19, gli under 23 e a livello assoluto. Il primo ottiene il pass superando per la seconda volta un forte avversario padovano (che il destino gli oppone ancora una volta in semifinale, per cui mors tua vita mea), ma questa volta senza lasciargli mai una possibilità, e poi, a qualificazione ottenuta, supera in finale il suo avversario rischiando un po'. Ludo invece si abbatte come un tornado sul palazzetto di Rosolina (Rovigo) devastando letteralmente tutto quello che trova, i suoi avversari sono costretti a ricorrere alle cure mediche e lui sale sul gradino più alto del podio. Se son rose!!!!!Le finali a Catania, come già detto, a fine mese. Anche Martina si qualifica (l'ennesima), ma la sua non è una prestazione all'altezza delle sue capacità. Maturità, patente, VITA PRIVATA :-), troppe distrazioni in questo periodo, per cui niente finali siciliane, ma a Settembre non ci saranno più scuse valide e la ripartenza è scontata.

Criterium Giovanissimi- Alano di Piave 10 Maggio 2008

Mega prova di forza dei giovanissimi porta colori trevigiani, che ad Alano di Piave, alla 2° tappa del "Criterium Giovanissimi", arrivano in 33, tutti e 33 trotterellando.... Bellissima giornata e bellissima prova, con qualcuno in particolare evidenza. Il dato sportivo, in questo caso è comunque decisamente irrilevante, va invece sottolineata la partecipazione emotiva dei genitori forse più presi dei ragazzi. Bravissimi tutti, anche lo staff provinciale che sa allestire queste manifestazioni con efficienza. Un plauso particolare va però anche a Marco & Marco, per la prima volta sul tatami nell'inconsueto ruolo di arbitri, testimoni della profonda coesione esistente tra tecnici, atleti adulti e atleti giovanissimi, che è caratteristica importante del nostro gruppo, e per il sincero spirito di abnegazione verso una disciplina che praticano fin da piccini.


Trofeo città di Pordenone - Pordenone 4 Maggio 2008

Il Trofeo "Città di Pordenone" è tappa obbligata dopo un breve periodo di ponti e vacanze che hanno spezzato il ritmo. La gara fila via liscia. Gli esordienti continuano il loro percorso di crescita, mentre i cadetti disputano un buon allenamento...Tutti soddisfatti o quasi e a casa.


Aggiornamento del 30/4/2008

Campionati Italiani Assoluti - Genova 26 Aprile

Sentivamo la nostalgia di Genova, e dopo solo 6 giorni ci torniamo...che fatica però! Ma l'appuntamento è il più importante della stagione, e noi dopo il mega successo delle qualificazioni ci presentiamo con una formazione numerosissima, dove alla vecchia, inossidabile e fortissima guardia, si affiancano giovani dalle belle speranze.Trovare una sistemazione durante il ponte del 25 è impresa ardua tanto quanto sognare una medaglia, soprattutto per Gio e Ludo al loro esordio nella competizione più prestigiosa tra tutte, lo stesso Gio non nasconde che magari più che il podio potrebbe essere una buona occasione per farsi fare qualche autografo. Comunque, sistemate dodici persone in un alberghino in provincia di Genova inizia la trasferta. A 60 Gio gioca il jolly, e dopo un inizio traumatico, con almeno 10 seoi-nage difesi con l'antiribaltamento, di cui la Mercedes poi ha chiesto i diritti, indovina un passaggio in sankaku ed è fatta, passa il primo turno e scattano i festeggiamenti. Il secondo incontro poi non dura più di 30 sec, ma che importa..BRAVO. A 66 inizia il Manzo. L'avversario è ostico. Fra ascolta poco, ma è il suo modo di combattere, va sotto, ma poi ha un guizzo (quello stesso che gli permetterebbe di battere chiunque) mancano 10 sec esatti, è sopra di waza ari, esulta (per capirci ad indici protesi), si addormenta e perde l'incontro (con la stessa facilità con cui è capace di perdere con chiunque)...SENZA PAROLE (diciamo piuttosto che il Manzo è un adulto e quindi le parole, anzi le parolacce, me le mangio). Tocca poi a Roger. Nonostante l'abbronzatura su un fisico asciutto e scolpito nel marmo pronto per le spiagge d'Italia, sale concentrato per vincere. Lui è più attento di Francesco, non teme il suo giovane avversario gia titolatissimo, e sul finire lo annichilisce, non basta, nel secondo incontro si supera e chiude in scioltezza, nel terzo a fermarlo ci può essere solo un atleta forte e il destino vuole che ci sia proprio il vincitore poi della categoria, che sf...!!!COMUNQUE GRANDE ROGER al suo ennesimo assoluto. Mattia a 73 gareggia in una categoria blindata anzi blindatissima considerato che poi lui si può allenare pochissimo. Esserci in queste condizioni è già un successo. Mattia vende comunque cara la pelle, ma non basta...GENEROSO. Per ultimo lasciamo Ludovico. Senza nulla togliere agli altri, lui ci fa vivere una giornata speciale. Di finali in un campionato italiano ormai ne abbiamo viste parecchie, ma viverne una agli assoluti, ha un sapore diverso, e Ludovico permette che ciò accada. Autore di una prestazione indescrivibile interpreta la gara come tutti dovrebbero, con una volontà di vincere inusuale, e dopo i primi incontri portati a casa anche grazie ad una tecnica superiore, prosegue facendosi interprete moderno del celebre pensiero di Vittorio Alfieri... "volli volli fortissimamente volli". Dal quarto incontro in poi la sua è una cavalcata, anche quello perso di un solo koka lo combatte con un cuore grande così, Ludovico capisce di dover essere un po' più tattico e che la sola esuberanza non basta più, il suo cammino prosegue tra lo stupore di tutti, che diventa poi ammirazione, quando compie un vero miracolo, trovando le risorse non si sa dove dentro di se, rimediando un waza ari, tre yuko e quattro koka contro. Alla fine il suo quinto posto è una vera e propria MAGIA DELLO SPORT. In chiusura vogliamo complimentarci con Davide, quest'anno nostro ospite fisso per ampi tratti della stagione, il cui bronzo è un meritato premio alla costanza e alla dedizione, oltre che ovviamente alle competenze tecniche, e la cui presenza ha senza dubbio permesso a tutti noi di crescere, e non vogliamo dimenticarci di Alessio, fedele lettore, anche lui ai vertici con un quinto posto negli oltre 100 kg, che ne conferma il valore indiscutibile.


20° Trofeo int. "Città di Colombo" (Grand Prix Cadetti) - Genova 20 Aprile

Ancora under 16 e ancora Judo Treviso Sabato 20 Aprile a Genova dove in programma c'era la terza tappa del Grand Prix, circuito nazionale che comprende i Trofei Int. di Lignano, Genova e Messina, e che assieme ai Campionati Italiani di classe stabilisce i componenti della nazionale cadetta. La gara di Genova è molto importante perchè in molte categorie è sufficiente per definire le cose. Ancora una volta siamo una delle squadre più numerose e già questa è una bella conferma, ma dalla gara poi arrivano anche buone note e ciò è magnifico, come sempre. A 50 kg Riccardo ancora una volta disputa una prestazione ordinata e di livello, sufficiente a non perdere mai con nessuno in modo eclatante, ma non sufficiente per raggiungere la medaglia, un ottimo settimo posto, ma... SI PUO' FARE DI PIU'. A 55 Gianlu riscatta l'opaca prestazione di Siena e sciorina una prova concreta fatta di un judo fantasioso ed efficace, ma io che non sono mai contento lo avrei voluto vedere protagonista in una finale ampiamente alla portata, peccato perchè a frenarlo sempre il solito atteggiamento rinunciatario e quasi remissivo e neppure il fatto di stampare con disarmante semplicità atleti validi lo rassicura...cosa si può fare per un indomito guerriero CON macchia e paura? boh comunque sotto il profilo judoistico.... GRANDE GIANLU. A 60 per Nicola la gara è da dimenticare, per lui la parziale giustificazione di un fastidioso problemino ad una spalla...OK PER L'ESPERIENZA fatta nella nuova categoria di peso. Nuova categoria anche per Lorenzo e Viec che a 66 sono ancora pesciolini fuor d'acqua in un acquario di squali. La categoria richiede un salto di qualità tecnico, atletico e soprattutto fisico, le doti per arrivarci non mancano, sembra anche la volontà, per cui...SI FARANNO. Infine a 73 Alberto disputa nel complesso una buona gara, per lui il passaggio a 73 sta avvenendo a passo di danza, cioè in punta di piedi, tutto sommato va bene perchè questo denota la volontà di capire cosa serve per emergere, ed è su questo che bisognerà lavorare; scelta la strada, la guida e limati alcuni angoli (bisogna analizzare e lavorare sui propri errori con umiltà), il futuro potrà riservargli ulteriori soddisfazioni, ne sono certo...WORK IN PROGRESS


Agiornamento del 14/4/2008

Trofeo di Pederobba - Onigo di Pederobba (TV) 13 Aprile

Il giorno dopo le qualificazioni ai Campionati Assoluti siamo ancora sotto, mezzi storditi e inebriati dalla bella giornata precedente, ma spinti da un entusiasmo grandissimo. Protagonisti oggi i soli Esordienti B, che di far gare ne hanno un gran bisogno. E' un po' il ripetersi delle loro qualificazioni ai campionati italiani di qualche settimana fa; stessi avversari, stessi sorteggi e stessi risultati. OTTIMO!!! 2 ori 2 bronzi e 3 quinti. Qui però c'è ancora parecchio da fare, ma sembrerebbe esserci la giusta voglia e determinazione...

Qualificazioni Campionati Italiani Assoluti - Onigo di Pederobba (TV) 12 Aprile

GRANDISSSSSSSSIMI

Sabato che non verrà dimenticato facilmente da chi si fa carico di tenere unita e salda la baracca. La paura principale era che non ci fosse molta gente e così che fossero pochi i pass per le finali. Invece molti sono i volti nuovi, e questo mette già di buon umore perchè la consapevolezza di essere ben allenati e capaci, non fa temere avversario alcuno. Tra i soliti noti (però Matteo manca) anche Gio, al suo esordio tra i GRANDI e la sua inusuale tensione non lascia passare inosservata una certa emozione e Ludovico da poche settimane cittadino italiano. Le attese sono tutte per il sorteggio dei 3 66kg, ma intanto scopriamo che passeranno i primi 5 dei 73kg, i primi 3 dei 66kg SALVI!!! purtroppo solo i primi 2 dei 60kg, per i nostri due SARA' DURA!!. Però poi il resto è un susseguirsi di note positive; Mattia, che non può allenarsi impegnato com'è a produrre (lavora come un mulo, che abbia intenzione di mettere su famiglia?) adotta la tattica che gli viene meglio, e superando il temibilissimissimo urlatore siciliano, che il nostro amico "OLTRE" spacciava come un campione, ottiene per primo la qualificazione. Ludovico, Roger e Francesco fanno il vuoto e passano tutti e tre, scatta poi il momento di Marco e Gio. I loro avversari sono tosti e temibili, Marco inizia bene, il suo judo è cresciuto parecchio negli ultimi 2 anni, ma poi come al solito subisce un inspiegabile calo di tensione e si lascia andare, la semi è persa e con lei anche l'opportunità della qualificazione. Gio ha bisogno di tutto il supporto possibile inizia e non lascia una sola opportunità al suo primo avversario, l'ottenimento del passaggio alla semifinale è già un successo. Ma non basta, in semi lo attende un impegno sulla carta proibitivo, ma Gio ascolta tutto quello che gli viene suggerito, è perfetto, pur soffrendo la fisicità dell'avversario, al golden score ha il guizzo vincente che lo proietta tra l'elite del judo italiano. L'umore è alle stelle, e non finisce qua, perchè non contento, in finale concede il bis superando con un passaggio in leva il favorito della categoria, forse più concentrato a dar spettacolo che a concretizzare la sua superiorità. La squadra conquista in massa l'opportunità delle finali, da una prova di concretezza e forza, e di questo se ne accorgono un po' tutti. Peccato per gli assenti, sarebbe stata una cavalcata storica...le individualità ce le abbiamo da un pezzo, ora abbiamo anche il gruppo tutto coeso...bene, molto bene! una piccola nota...SIMONE, DOVE 6!!!!!!!!!!!!


Campionati Italiani Esordienti - Lido di Ostia 5 Aprile

Molto positiva anche la trasferta romana dove pensavamo di non esserci e invece ci ritroviamo ad essere ancora una volta in tanti. Per tutti è l'esordio assoluto, un po' di tensione mischiata all'euforia traspare dagli occhi dei nostri giovanissimi e promettenti portacolori e proprio per quello ci portiamo via anche Fede, che la qualificazione l'ha mancata, ma ha sempre una gran voglia di far cas... Purtroppo ancora una volta la sfortuna fa capolino dalle nostre parti e Giulio, grandissimo alle qualificazioni, è costretto a rimanere a casa...CI SARANNO ALTRE OCCASIONI...La gara fila via liscia, Davide ottiene un successo e Nicola chiude con un bottino di due vittorie, Michele invece si arrende al primo avversario. Il livello generale a dire il vero è bassino, organizzare un campionato esordienti così presto significa non dare il tempo agli esordienti primo anno di accumulare un po' di esperienza...e si vede!

Riunione dei soci fondatori - Treviso 5 Aprile

La storia a volte si ripete, e proprio come gli atleti di oggi, così un gruppo di amici sabato scorso si è ritrovato nello stesso posto dove cinquanta anni fa andava dopo l’allenamento. Per ricordare meglio quegli anni, è stato scelto proprio lo stesso locale dove all'epoca si finiva la serata, quel gruppo di giovani di un tempo, sono i fondatori dell’A.S. Judo Treviso. Attorno alla tavola, e per festeggiare l'inizio del 50° anno di vita dell'associazione, si sono infatti rivisti, a distanza di qualche anno, in otto, con uno spirito sempre giovanile e con la voglia di scherzare come quando, più incuriositi che altro, hanno dato vita ad uno dei sodalizi sportivi più longevi della città. Nemmeno a dirlo, il più fiero di poter rivedere dei vecchi amici è stato il M° De Carlo, che ha percorso tutti questi anni, assistendo al passaggio di intere generazioni di judoka biancocelesti. Tra una portata e l’altra c’è stato il tempo per ricordi, battute scherzose, aneddoti che hanno accompagnato gli inizi dell’attività. Dal tatami che si montava ad inizio lezione e si smontava alla fine, per far posto ad altri sport, dai sistemi di esazione delle quote sociali, stile “porta a porta” dell’allora tesoriere, ai primi esami di cintura. Da tutto questo si capiva, comunque, il grande orgoglio di aver potuto dar modo, a chi li ha seguiti, di praticare uno sport dai contenuti educativi altissimi. Qualcuno con un forte senso di attaccamento, ha addirittura portato la propria tessera sociale ingiallita dagli anni, qualcuno la foto con la cintura appena conquistata ed anche il primo articolo sul judo a Treviso, scritto da un amico dello sport, Giorgio Garatti. Nella foto da sinista in piedi: Mattiuzzo, il M° De Carlo, De Nardi, Sartori, Bellieni – seduti Ferracini , Pin e Danesin.


Trofeo int. Città del Palio – Siena 30 Marzo

Pasqua passa via in un baleno e si è subito sotto. Si fa tappa a Siena dove alla fine ricade la scelta di disputare il Trofeo "Città del Palio". Il Trofeo è under 20, ma aperto anche alla classe cadetta, quale occasione migliore per verificare le reali potenzialità del nostro gruppone under 17. Schierati nell'occasione in rappresentanza della provincia di Treviso ci sono Gianlu a 55; Nicola e Gio a 60; Viec, Lorenzo e Ludo a 66 e Alberto a 73. La trasferta è ok, siamo una quindicina in tutto, tra fratelli, zii, nonni, cugini e parenti vari, un bel gruppone (a me così piace un sacco), peccato che per qualcuno diventi una gita. Veniamo alla gara. Note positive da tutti tranne che da Gianlu che scende sul tatami con l'entusiasmo di un condannato a morte e combatte con lo spirito di una mozzarella di bufala di questi tempi...PECCATO!, perchè cede ad un avversario che in altre condizioni avrebbe spedito sulla luna. Lui poi è quello della gita e mi fa arrabbiare, il lunedì viene rimproverato a morte e risponde da guerriero cosi mi piace. Per gli altri buone note, anche da Alberto, che nei 73 non aveva certo vita facile. Ludo invece inscena una delle sue prestazioni incubo per gli avversari, tenendo dei ritmi pazzeschi, alla fine è secondo, perchè tale è la sua voglia di combattere che a volte dimentica la tattica.


bene ok basta altrimenti esagero con l'autocelebrazione (scusatemi, ma sono contentissimo)...con i cinque assoluti, quest'anno, sono 19 i nostri finalisti nazionali...ESAME penso SUPERATO!...alla prossima

Aggiornamento del 20/3/2008

Con un ritardo incommensurabile (1 mese), giustificato però da una mole di lavoro non trascurabile, e come regalo pasquale per tutti i lettori, che scopro essere numerosi, ecco a voi l'aggiornamento del sito:

Trofeo città di Tolmezzo – Tolmezzo (UD) 16 Marzo

Trasfertone montano domenica 16. Gli atleti seniores, alla guida dei più giovani (perchè Stefano, Ale e Cristina sono impegnati con gli esordienti alle qualificazioni di Vicenza) sono costretti a partire all'alba. Per loro una giornata diversa da atleti e allenatori. Grandi!!! questo vuol dire squadra. Roger, Francesco e Mattia si alternano sulle sedie e i cadetti vanno tutti a medaglia, poi Roger conquista la sua. Dai forza che gli assoluti sono alle porte.

Qualificazioni Camp. Ita. Esordienti – Dueville (VI) 16 Marzo

Ecco il momento più atteso. Le aspettative, sono sincero, non sono moltissime, ma la tensione è comunque la stessa di sempre perchè in fondo ci spero. Il gruppo è circa quello di Bassano, qualcuno ha capito l'importanza e la serietà di quello che fa, ed è concentrato, qualcun altro no! E addirittura rinuncia per motivi tutto sommato futili (Luca). Peccato. Ma il sacrificio di portarli fino a qua è stato grande e l'idea di una Caporetto mi/ci turba. Invece, FANTASTICI!. Inizia Lorenzo che disputa una buona gara, gli manca la zampata e cede, ma poi partono i 40 e i 45 e qui i riflettori sono tutti per noi. Davide e Giulio superano loro stessi e con una condotta esagerata sbaragliano una concorrenza per nulla dimessa. Anche Michele nei 45 ottiene il pass per Roma forte di una combinazione “o uci gari” – “uci mata” mortifera e Nicola, capace di rientrare nei 60, fa lo stesso. Piccola grande delusione per Federico che manca un obiettivo alla sua portata, buona la prestazione di tutti gli altri (Gabri, Marco e Matteo) certamente “troppo” privi della necessaria esperienza per affrontare simili palcoscenici. Si faranno, sono certo. Alla fine il bottino è di quattro qualificati, con la squadra maschile ancora una volta più forte nella regione, e tutti i soliti pensieri, che nei momenti più difficili si affacciano, sono ricacciati lontani per lasciar spazio ad un ottimistico entusiasmo generato dalla consapevolezza che il lavoro svolto è ancora una volta adeguato e produttivo. FORZA RAGAZZI!!!


Criterium - S.Vito di Altivole (TV) 15 Marzo

Decidiamo, visto il gruppo particolarmente vivace, che anche i mini atleti debbano uscire dalla palestra e sabato 15 portiamo 10 “ragazzi del 99” (a dire il vero due sono del 2000) al primo appuntamento provinciale con il criterium pulcini. Tutto bene. La festa è grande, i nostri si divertono e questo è importante. Incassiamo tutti una penna e un righello (qualcuno anche un paio di bottiglie di buon vino...e qua immaginatemi “fischettante”...giusto per capire chi se l'è tenute) e chiudiamo tutto sommato anche velocemente, contenti.


Trofeo di Bassano (Camp. Reg. Esord.) – Bassano del Grappa (VI) 9 Marzo

Tocca agli esordienti finalmente. La trasferta si rivela una marcia trionfale. Oltre 15 i nostri portacolori, che noi schieriamo tra le blu e le marroni anche se qualcuno ancora in palestra indossa una cintura di colore inferiore. Davide e Michele si laureano campioni regionali, ma anche gli altri salgono sul podio. Un po' più triste la gara femminile esordienti “A”, vista la scarsa partecipazione, ma noi ci siamo!!!, e gli ori di Giulia, Luisa e Camilla hanno comunque il sapore della vittoria. Una Domenica che, secondo le mie previsioni, doveva essere motivo di riflessione, passa via tutto sommato dando indicazioni confortanti.


Campionati Italiani Juniores – Follonica 1/2 Marzo

Non molto da dire su una gara iniziata male e proseguita peggio. Avete mai visto un vice campione italiano rinunciare ad una gara tra le più importanti della sua breve carriera, tra l'atro a qualificazione raggiunta di diritto? Nooooo???, bene passate dalla nostre parti. Simone sembra aver appeso il kimono al chiodo (almeno per quanto riguarda le gare, anche se si allena il doppio di prima) ed è lui che drammaticamente fa iniziare la trasferta toscana nel peggiore dei modi (eppure noi ci abbiamo provato in tutti i modi, anche scatenandogli il Maestro contro, ma niente, Simone è impazzito!!!!). Per il resto il prosieguo è una prova di coraggio. Soggiorno in un villaggio turistico abbandonato, notte insonne, per il sottoscritto, in un giaciglio (perchè letto non era) tutt'altro che accogliente, con affianco un russatore professionista (Stefano). Digiuno e astinenza praticamente per tutti, con Gio che si ostina (e qui un po' di colpa è anche mia) a tenere i 55 e dopo una gara condotta + con la forza della disperazione che con altro genere di risorsa, ormai bruciata dall'astinenza, mangia, prende 5 kg in 3 giorni, e non vi dico come reagisce il suo stomaco rattrappito dal lungo e faticoso periodo del ramadan. Aiutooooo. Forse è per questo che Martina arriva alla gara (per altro i 63 erano davvero abbordabili) con la carica agonistica di una bimba in gita a Gardaland, o forse di chi preferisce essere in spiaggia con il suo cagnolino (e scusate la frecciatina). Peccato perchè da lei, sempre qualificata, unica di un gruppone di donne a tenere duro in palestra in un periodo difficile di crescita, capace di rialzarsi dopo un gravissimo infortunio, costante agli allenamenti, spesso da sola tra un coacervo di maschioni puzzolenti, e a caccia della sospirata cintura nera, ci si aspettava di più. Svegliaaaaaa!!!! E Ludovico? Ludo parte alla stragrande, ma poi cede, più di testa che altro, ad un judo a lui poco consono, statico e molto fisico, e finisce con l'enfatizzare eccessivamente la delusione. Per il resto il livello è molto buono, si vedono anche sprazzi di ottimo judo, nota di merito per la categoria 57 femminile dove almeno una decina di atlete danno vita ad una gara molto appassionante e la spunta la solita torinese per altro bravissima.

FINALMENTE E' PASQUA...AUGURONI A TUTTI E BUON RIPOSO

25/2/2008
Mi dicono che quando aggiorno il sito sono prolisso, ma come fare a descrivere in due parole l'ennesima fantastica avventura vissuta Sabato scorso ad Ostia alle finali del Campionato Italiano Cadetti! Eravamo io, Stefano e i nostri sei campioni! Impossibile! Impossibile capire la meraviglia di quanto successo, l'insieme di emozioni fatte di sguardi, di pensieri, di espressioni e di sensazioni fisiche che vanno dal batticuore ai crampi allo stomaco e che non celano la tensione, che a volte esplode in gioia totale, a volte invece nella più amara tristezza e delusione, e poi la ricerca delle parole giuste da dire nel momento opportuno da parte di noi tecnici, e le parole giuste che i ragazzi stessi nei loro momenti di solitudine cercano di dirsi per non perdere la motivazione a proseguire, e poi, la fatica di tutti noi che, chi per un motivo, chi per un altro, ti fa dire " ma cosa ci faccio qua...basta è l'ultima volta" e che poi quando tutto si conclude invece " per fortuna l'ho vissuta". No non ci riesco proprio. Per ora mi limito a scrivere GRANDISSIMI...bravi tutti. Lorenzo avrebbe potuto dare di più, per Veaceslav quanto fatto è già un bel traguardo, Alberto, che pochi mesi fa aveva conquistato il titolo tra gli esordienti, paga il cambio di classe e di categoria, e si deve accontentare di una prestazione che lascia comunque ben sperare, Ricky, che si classifica ancora una volta settimo, si conferma tra i più forti in Italia, ma questa volta a lasciarci di stucco sono i tanto attesi Gianluca e Nicola, che disputando la gara della vita si spingono ben oltre le loro capacità, non tanto tecniche e atletiche, ma caratteriali, riuscendo a conquistare con autentiche battaglie un risultato eccellente, spesso (troppo spesso per le coronarie di chi è fuori) recuperando a pochissimi secondi dal termine situazioni ormai compromesse, riuscendo, finalmente, a tener duro fino in fondo. Peccato che dopo quattro incontri, una volta raggiunta la semifinale (ed è inutile nascondere che per un secondo ho chiuso gli occhi e ho immaginato una finale tutta nostra) quel crollo emotivo, ricacciato lontano nelle situazioni precedenti, sia sopraggiunto inesorabile, costringendoli ad un amaro quinto posto, che, li lascia senza medaglia e senza cintura nera ma, se può bastare, con la consapevolezza di aver fatto una grandissima gara e con il riconoscimento della Federazione che inserisce entrambi, per quest'anno, nell'elite della nazionale italiana cadetti. BRAVI RAGAZZI BRAVI DAVVERO e vi prego, con serenità, la necessaria umiltà e l'immancabile buona volontà, continuate così che c'è ancora un sacco da divertirsi. La società, con i risultati di tutti, per il punteggio accumulato, si è poi classificata sesta in Italia in campo maschile, considerando i pari merito, dodicesima nel medagliere, inutile sottolineare la soddisfazione.

11/2/2008
Il prossimo anno l'A.S.D. Judo Treviso compirà cinquant'anni, per l'occasione si è formato un comitato per preparare l'evento.
Per suggerimenti e idee abbiamo creato questa mail:
cinquantesimo@judotreviso.it


11/2/2008
Sono 10 gli atleti del Judo Treviso che lotteranno per il titolo italiano dopo essersi guadagnati la qualificazione in fase regionale. Sabato e Domenica ad Ostia sarà il turno dei cadetti mentre la settimana successiva a Follonica si affronteranno gli atleti juniores.

Clicca per ingrandire

11/2/2008
E' stato un fine settimana insolito quello appena trascorso, un weekend di forzato riposo. Eh sì, in programma c'era la tradizionale partecipazione al trofeo di Vittorio Veneto e invece NON C'HANNO VOLUTO. Ha dell'incredibile, ma la realtà dei fatti è proprio questa. E' vero le nostre iscrizioni erano partite con un giorno di ritardo rispetto a quanto chiesto nel regolamento, ma chi va a pensare che la cosa fosse così tassativa anche per noi del Veneto impegnati nelle qualificazioni fino alla settimana precedente e quindi in attesa di sapere chi poi mandare e chi no a Vittorio, e a maggior ragione per noi, che di Vittorio Veneto siamo il Capoluogo di Provincia di riferimento, e che da vent'anni non siamo mai mancati al loro Trofeo!!! e poi mi era sembrato, nell'ultima riunione del Comitato, di aver sentito parole del tipo....."bisogna collaborare", " bisogna aiutarsi", "bisogna essere uniti" ecc... Beh il Judo Treviso, che negli ultimi anni è certamente una delle risorse principali della regione, avrebbe fatto esordire una quindicina di atleti, invece, proprio in Regione ha trovato un ostacolo che farà slittare questo momento importante. Comunque non voglio polemizzare, gara+ gara -, rimane un po' l'amaro in bocca anche perchè c'è stato detto che c'erano 1300 atleti, che si sarebbe finito tardissimo (e così si legge anche sui giornali), ma la gara è filata liscia, e sia Sabato che Domenica è terminata prima delle 18.00. Sabato però non hanno potuto impedirci di andare, e noi ci siamo portati a casa un bronzo con Giovanni e un oro con lo strepitoso Ludovico, bravissimi anche gli altri, c'erano Martina, Marco e Mattia. Ecco forse il perchè non siamo potuti andare... perchè Domenica, con i cadetti avremmo fatto piazza pulita! Mettici il risultato di qualche esordiente e SAI CHE SMACCO IN CLASSIFICA ESSERE DAVANTI AI PADRONI DI CASA?

5/2/2008
...Ed è ancora cronaca di un successo, quella che stiamo per raccontare in poche righe, che certamente non potranno evidenziare l'euforia di un buon momento che non sembra finire mai. Sabato 3 Febbraio infatti si sono svolte le qualificazioni regionali ai Campionati Italiani cadetti e juniores e 8 atleti su 9 hanno staccato il biglietto per le finali, e se a loro aggiungiamo i 2 qualificati di diritto fanno 10 atleti qualificati, 6 under 16 e 4 under 19. FANTASTICI. Vincere non è importante quanto il partecipare, il confrontarsi il mettersi alla prova, ma certamente non può che far piacere il vedere gratificato il lavoro di tutti i giorni. I dubbi iniziali non mancavano, l'Alpe Adria non aveva dato segnali del tutto positivi sullo stato di forma dei cadetti, e gli juniores non gareggiavano da parecchio, ma soprattutto in tanti esordivano nella nuova classe d'età. Ma poi tutte le incertezze sono state allontanate da un successo globale che, nonostante le molteplici perplessità che quotidianamente emergono nella gestione del gruppo, dei singoli e della società in genere, rimane la più importante gratificazione, conferma e motivazione per chi porta avanti un lavoro cominciato tanti anni fa con entusiasmo e, se poi i risultati testimoniano qualcosa, con competenza. Tra i cadetti in luce Riccardo, determinato attento preciso, ma soprattutto diligente e in sintonia con chi da fuori ha saputo dargli importanti consigli per portare a casa un risultato non scontato all'inizio. Nicola e Gianluca non hanno dovuto faticare poi tanto per arrivare alla finale, prova impeccabile perciò la loro, se non fosse per quell'atteggiamento sempre così poco aggressivo e per quell'insicurezza che sembra caratterizzare il loro modo di porsi di fronte all'avversario. Migliorato questo aspetto loro saranno atleti da vertice, nota positiva è il ritorno di Nicola a quelle tecniche (seoi) che rendono il suo judo davvero efficace. Nei 60 kg Lorenzo non disputa una buona gara, molto contratto e sempre sulla difensiva, ma strappa il risultato, cosa che fa anche Veaceslav che al contrario di Lorenzo invece è eccessivamente esuberante aprendo troppo spesso la guardia e a volte rischiando un po' troppo. Infine Simone Foltran a rappresentare quel gruppo dei nostri atleti, sempre presenti agli allenamenti, ma meno avvezzi all'agonismo. Anche Simone ha sfiorato la qualificazione, a lui è mancata l'esperienza prima, e la spinta emotiva poi, dopo aver condotto la gara in modo brillante lasciandoci pensare che se anche lui con Alberto Guarnieri e compagnia partecipassero con più costanza all'attività agonistica chissà!!! Bravo! Tra gli juniores Martina svolge il compitino, incamera qualificazione (la settima consecutiva) e altri 6 punticini che ormai le fanno vedere da vicino la cintura nera, ma che fatica (fisica si intende, per una Martina non brillantissima sul piano atletico). Giovanni, come al solito genio e sregolatezza cala a 55, dopo il peso si abbuffa e rischia di perdere il treno attanagliato dalle coliche...per fortuna ha prevalso il genio (forse magari grazie anche a un paio di accorgimenti tecnici). Infine lo show di Ludovic. Il nostro prezioso ospite francese prevale sui suoi avversari per determinazione, tecnica, intensità, mostrando una consapevolezza alla quale non eravamo abituati, bravissimo, veramente bravissimo. Il suo è un judo totale vince di uchi mata, kata guruma, ashi guruma, attacca in seoi, sbaglia il secondo incontro vincendo, ma faticando e rischiando, ma subito fa mente locale e sciorina una super prestazione applauditissima in semifinale. Non dimentichiamoci di Alberto e Simone qualificati di diritto in quanto campione e vice campione italiano. Per loro, che nelle settimane scorse erano stati validi aiuti per i compagni, solo un weekend da spettatori, in attesa delle finali. I cadetti lotteranno per il titolo Sabato 23 ad Ostia, mentre il weekend successivo a Firenze sarà la volta degli atleti juniores.

28/1/2008
Con il Torneo delle Regioni, dove Nicola e Giovanni, convocati con la rappresentativa veneta, hanno disputato l'ennesima bella prova confermandosi tra i migliori e riscattando così la prestazione sfortunata del torneo a squadre; e poi, con la cena sociale, con le premiazioni di tutti gli atleti, delle cinture nere dei soci "veterani", e infine, dopo la consueta pausa Natalizia... anche il 2007 si è chiuso. Un 2007 che verrà certamente ricordato, perchè mai come quest'anno il Judo Treviso ha raccolto successi in ogni dove confermando quanto già ottenuto negli anni precedenti, ma raggiungendo anche importanti nuovi traguardi. Difficilmente ci si potrà ripetere nel 2008, anno in cui in moltissimi si affacceranno al duro mondo dell'agonismo (o almeno questa è la speranza di Alessandro, Stefano e Cristina che già da parecchio tempo si stanno adoperando perchè ciò avvenga), e tanti altri esordiranno nella nuova classe d'età, (e per alcuni, anche di peso)....un anno nuovo che quindi si prospetta davvero duro anche perchè, essendo l'anno delle olimpiadi, praticamente tutte le competizioni importanti si svolgeranno subito in avvio, senza dare perciò il tempo agli atleti di prendere confidenza con le novità. Un succoso anticipo lo è stato il tradizionale appuntamento con il Trofeo Internazionale "Alpe Adria", torneo di rilievo assoluto per gli under 17 e prima tappa del Grand Prix, circuito che porterà poi i migliori a partecipare ai Campionati Europei. La prestazione dei nostri non è stata delle più brillanti, è anche vero che era la prima dopo un lungo periodo di pausa, e che i ragazzi l'hanno affrontata fortemente condizionati dal fatto di non dover rischiare alcunchè dovendo affrontare le ben più importanti qualificazioni ai campionati italiani la settimana successiva. Comunque qualcosa si è visto: Gianluca si è mosso bene , Nicola ha ripreso a tirare come sa, Ricky non ha patito nemmeno un po' il passaggio alla classe cadetta, Alberto ha superato brillantemente la prova tra gli under 17, ma sopratutto ha dimostrato di poter affrontare serenamente gli avversari a 73 kg, Lorenzo non c'era, bloccato dalla febbre e Viec, finalmente guarito dal suo infortunio, ha ceduto solo per mancanza di esperienza. Forza ragazzi!

10/12/2007
Anche nell'ultimo impegno dell'anno brilla il Judo Treviso con tre dei suoi senatori. Francesco, Roger e Mattia infatti erano impegnati Sabato scorso 8 Dicembre a Torino in Coppa Italia, una sorta di campionato italiano volutamente privato della presenza degli atleti professionisti appartenenti ai vari gruppi sportivi militari. Ottima la partecipazione generale con oltre 400 atleti, mentre il livello non è stato dei migliori; certamente a così poca distanza dagli assoluti difficilmente si è potuto tenere la forma ai massimi livelli, ma nonostante tutto e grazie anche alla presenza di qualche atleta di spicco internazionale (la coppa italia è aperta a tutti i tesserati in Italia per cui anche agli stranieri) le grandi battaglie non sono mancate. Peccato per i nostri tre che forse qualcosina in più potevano fare, e se Mattia inciampava su un sorteggio avverso e a Roger mancava la zampata finale in un incontro tutto sommato condotto alla pari fermandosi così agli ottavi di finale, Francesco non entrava mai in gara subendo lo stop al secondo match...ora un po' di riposo, ma poi subito sotto per gli assoluti 2008 anticipati ad Aprile essendo il prossimo anno olimpico.

29/11/2007
Clicca qui per vedere le foto sul podio di Alberto Zanioli

25/11/2007
Dopo undici anni dall'affermazione di Maura Bertanzon e ben ventuno dal successo di Riccardo Deidda ALBERTO ZANIOLI (66 kg) riporta al Judo Treviso il titolo di CAMPIONE ITALIANO. Sabato scorso al Lido di Ostia (ROMA), ai Campionti Italiani under 14, infatti, Alberto, è salito sul gradino più alto del podio, conquistando la più importante delle medaglie in palio in questo 2007, e migliorando così anche il risultato strepitoso che, ad inizio anno, era stato di Simone Manni, vicecampione tra gli under 16. Da Alberto, a dire il vero, ci si aspettava una buona prestazione dopo il Trofeo Italia conquistato autorevolmente, ma il primo posto in un campionato italiano non è mai scontato. Il successo, Infatti, arrivava dopo aver condotto, una gara difficile, (6 gli incontri che lo hanno portato al titolo, oltre quaranta gli avversari) con grande maturità agonistica, sapendo chiudere prima del limite quando si presentava l'opportunità, ma anche amministrando il vantaggio quando i rischi erano eccessivi. Nella stessa kermesse non possiamo trascurare ed evidenziare anche la bellissima prestazione di Riccardo Scaffai (50 kg) e Lorenzo Manni (60 kg) che, se pur giunti settimi (5 incontri a testa), hanno saputo mettersi in evidenza, cedendo per un nonnulla contro proprio quegli avversari che poi alla fine si classificavano al primo posto. C'è da dire che forse quelli visti Sabato scorso sono stati i campionati più equilibrati e competitivi degli ultimi anni, per cui ancora maggiore è il merito dei tre protagonisti che si sono dimostrati molto più che all'altezza. I loro risultati, tra l'altro, sommati, hanno spinto la società al quinto posto assoluto nella classifica maschile su oltre duecento partecipanti, un successo per lo staff guidato da Alessandro assolutamente unico. Scattano ora le gare sociali e la cena (in programma il 1 Dicembre) dove ci sarà un motivo in più per festeggiare. Il 2007 invece si chiuderà con la Coppa Italia in programma a Torino, dove a rappresentare il nostro sodalizio ci saranno Roger Bonaventura, Mattia Zampol e Francesco Manzari.

19/11/2007
Poteva andare meglio...eh sì poteva proprio andare meglio e invece la trasferta ad Urbino si conclude nel peggiore dei modi. Dopo aver conquistato il titolo regionale infatti, la squadra under 16 del Judo Treviso, era chiamata per la prima volta nella sua storia a dimostrare il suo valore ai Campionati Italiani, quest'anno organizzati appunto ad Urbino. Le prospettive di un buon risultato c'erano tutte, in virtù anche del supporto di due atleti in prestito da Verona e Conegliano, Gianmaria e Raffaele, e del fatto che su cinque componenti, tre vantavano un podio nazionale e gli altri comunque c'erano sempre andati vicini. A dire il vero il sorteggio non era stato proprio dei migliori, con la nostra compagine impegnata al primo incontro con i vice campioni in carica e in caso di vittoria successivamente conTorino e Napoli ovvero le due favorite in partenza. In ogni caso la finale per terzo e quinto posto sarebbe stata meta abbordabile se si fosse passato il turno contro l'Isao Okano di Diego Brambilla, squadra sì vice campione, ma lungamente alla portata. Invece, Gianluca contro Tommasini (Campione Italiano in carica) rinuncia totalmente a combattere e cede il punto in men che non si dica sotto gli attacchi per altro nemmeno tanto efficaci del suo avversario. Tocca a Giovanni, con una condotta atipica per lui, tutta attendista, e una fatica indicibile, comunque piazza ippon e pareggia. Gianmaria non entra mai in partita, sovrastato dalle prese dell'avversario e prima becca yuko su seoi, offerto su un piatto d'argento, e poi ippon, su azione molto simile. Ancora 2 a 1 per loro. Simone inizia bene, anzi benissimo, yuko e poi yuko ancora, autoritario sicuro, il pareggio sembra cosa fatta e invece, cosa che lui non fa mai, continua ad attaccare e su un tentativio di seoi lascia il collo scoperto. Per l'avversario, che fino a quel momento aveva subito senza mai mostrsrsi pericoloso, è un gioco da ragazzi strangolarlo. 3 a 1 e tutti a casa. Ultimo incontro per Raffaele, l'unico dei cinque a seguire le indicazioni, l'unico ad affrontare un avversario molto pericoloso e l'unico a piazzare un ippon in o soto gari, che porta il secondo ed inutile punto alla squadra. L'Isao Okano poi viene schiantato da Napoli per cui sfuma il recupero. Peccato! Per la cronaca Torino in semifinale affonda Napoli (poi terzo) e in finale la bellissima Ginnastica Triestina, che raggiunge la finale anche con le ragazze (vincendo!!!) con formazioni forti, ma non invincibili e si dimostra club tra i migliori sul piano tecnico, atletico ed organizzativo.

11/11/2007
STREPITOSO Judo Treviso. Ancora una volta non deludono i ragazzi allenati da Alessandro, Stefano e Cristina, e in una Domenica dove praticamente tutta la squadra era impegnata, quasi tutti gli obiettivi vengono rispettati. Mentre Riccardo e Alberto, già qualificati di diritto per le finali del Campionato Italiano Esordienti in virtù della medaglia dello scorso anno, partecipavano a Villanova all'importante trofeo internazionale locale, salendo entrambi per l'ennesima volta sul podio, Lorenzo, Federico, Luca e Nicola disputavano a Possagno in provincia di Treviso le qualificazioni regionali. Mentre Lorenzo rispettando il pronostico otteneva il pass, Nicola quinto classificato, Federico terzo e Luca cedevano il passo agli avversari. Nessun dramma perchè la loro buona volontà li porterà lontano e nel frattempo soprattutto da Nicola e Federico un raggio di luce si è certamente iniziato a vedere. La squadra under 17 poi non lasciava scampo a nessuno (5 a 0 su Grisignano e 3 a 1 in finale su Mestre 2001) e grazie anche al contributo di Gianmaria in prestito da Verona, e di Raffaele in prestito da Conegliano, saliva sul gradino più alto del podio ottenendo così il titolo regionale. Per loro Domenica 18 le finali nazionali a Urbino. Infine le Qualificazioni alla Coppa Italia. Matteo con un ginocchio formato anguria dava forfait, Martina, sfortunatissima, era costretta all'assenza per un infortunio banale quanto odioso alla caviglia, ma la sorpresa era Stefano che scendeva sul tatami dopo due anni di assenza. Un icredibile gesto atletico, tanto bello quanto pericoloso, però, gli costava la squalifica, peccato!!! Marco, dotato di tecnica non comune, non riusciva a concretizzare pur arrivando ad un passo dalla qualificazione, mentre i soliti noti non lasciavano gran che agli avversari. Qualificazione per Mattia (stanchissimo ma grandissimo) e qualificazione per Roger e Francesco protagonisti ancora una volta della finale a 66 kg. Le finali nazionali di Coppa Italia si disputeranno a Torino l'8 Dicembre.

3/11/2007
...E ancora cronaca di un Judo Treviso protagonista nel primo weekend di Novembre. Roger, Mattia e Matteo, dopo essersi conquistati la qualificazione in sede regionale, hanno partecipato ai Campionati Italiani Assoluti a Monza. Buona la loro prova in un contesto come al solito super competitivo dove molti giovani atleti, già di livello internazionale, si sono messi in evidenza. Va comunque ancora un sincero riconoscimento al gruppo degli atleti "anziani" numerosi, determinati e mai domi come alla loro prima gara, veri trascinatori dei tanti giovani che fanno della nostra palestra, assieme a loro, un vero punto d'incontro per i tanti appassionati.

29/10/2007
Il mese di Ottobre termina come meglio non poteva. Finalmente vicino a casa e precisamente a Montebelluna lo squadrone trevigiano ha preso parte al trofeo a squadre "Memorial Trinca". Nel bellissimo palasport "Mazzalovo" Alessandro, Cristina e Stefano hanno schierato ben 4 formazioni ottenendo già così un risultato fantastico in termini di partecipazione. Sono davvero poche le società che si possono permettere il lusso di un così vasto parco atleti e tutto questo non è certo frutto del caso, ma di un attento lavoro, certamente ben recepito e ripagato da tutti i ragazzi. Quattro squadre e, alla fine, quattro podi, un bottino prezioso che conferma che oltre ad essere tanti e motivati gli atleti trevigiani sono anche fortissimi. Dagli esordienti "A" un ARGENTO con Camilla, Luisa, Linda, Anna e Giulia e un BRONZO con Davide, Giulio, Andrea, Michele, Marco, Massimo e Gabriele. Bravissimi gli under 13 che si sono fatti largo a suon di ippon, e altrettanto bravi gli esordienti "B". Subito accolti dai rimproveri di Alessandro per non aver rispettato gli accordi sul peso e aver perciò snobbato un po' lo spirito di squadra, si sono poi riscattati sul tatami sciorinando una super prestazione. Per Riccardo, Nicola, Lorenzo, Alberto, Luca e con loro Andrea prestatoci dal Judo Club Conegliano, alla fine un meritatissimo ORO che li ha visti addirittura davanti alla selezione Regionale. Abituati alla grande, l'unica delusione, definendola così con un pizzico di cattiveria, è il BRONZO dei Cadetti, dai quali invece ci si aspettava l'oro. Passi falsi per Nicola e Giovanni entrambi largamente fuori forma a causa delle lunghe assenze per infortunio e malattia, senza conseguenze, ma poco confortante in prospettiva futura la sconfitta di Simone con Bonaldo del Judo Mestre 2001.

22/10/2007
Anche Sabato 20 e Domenica 21, a Bergamo dove in programma c'era il trofeo Sankaku, gli atleti trevigiani si sono distinti confermando quanto di buono mostrato in avvio di stagione. In vista degli assoluti, sono scesi in campo gli atleti seniores e, in vista del campionato italiano di classe, gli atleti esordienti, mentre i cadetti sono rimasti a riposo. In tutto otto atleti seguiti da Alessandro. Sabato Matteo ha passeggiato, aggiungendo un altro oro al suo già ricchissimo palmares, mentre Francesco, che cercava il riscatto dopo la mancata qualificazione, si è messo al collo un pesantissimo argento al termine di una gara ben condotta. Troppe incertezze, hanno invece impedito a Roger e Mattia il prosieguo del loro cammino. Domenica poi i quattro esordienti presenti alla manifestazione, sono tornati a casa con due bronzi, conquistati con incredibile determinazione e caparbietà da Riccardo e da Lorenzo. Federico ha finalmente rotto il ghiaccio e ha inanellato il suo primo successo, anche se poi sconfitto non ha più potuto continuare, mentre Nicola, ancora troppo distratto, ha ceduto al primo incontro e poi anche lui non è più stato recuperato. Tutti questi successi sono valsi un premio speciale messo in palio da uno degli sponsor della manifestazione, importante gratificazione per l'impegno profuso. Complimenti!

22/10/2007
JUDO E BAMBINI: La FIJLKAM bandisce un Concorso di Arti Grafiche e Pittoriche Regolamento del Concorso grafico “il tuo Judo” E’ indetto un concorso di arti grafiche e pittoriche, a carattere nazionale, riservato alle atlete ed agli atleti preagonisti e agonisti fino alla classe Cadetti (under 17) tesserati FIJLKAM. Il tema del Concorso è: Il mio Judo. I lavori dovranno essere inviati alla Commissione Nazionale Attività Promozionali, presso il Centro Olimpico Federale - via dei Sandolini, 79 00122 Roma, dal 1 novembre 2007 al 31 gennaio 2008 e saranno valutati da una Giuria predisposta ad hoc, alla quale parteciperanno anche esperti nelle arti grafiche. Caratteristiche dei lavori: - la scelta della tecnica è libera - devono essere eseguiti in formato A4 (mm.210 x 297) - possono essere inviati più lavori - devono indicare sul retro nome, cognome e Società di appartenenza - gli originali non saranno restituiti Vincitori: A seguito delle valutazioni della Giuria saranno proclamati: 3 vincitori per ogni Regione 3 vincitori assoluti nel territorio nazionale I vincitori nazionali saranno ospitati presso il Centro Olimpico Federale, assieme ai loro genitori, per assistere al Torneo internazionale “Lido di Roma” 2008. Nell’area del PalaFijlkam, sempre in occasione del Torneo internazionale “Lido di Roma” 2008, saranno esposti i lavori delle atlete e degli atleti. notizie su www.fijlkam.it

16/10/2007
Ancora protagonisti gli atleti trevigiani Domenica 14 Ottobre, che assieme ai loro instancabili allenatori, Stefano e Alessandro, hanno partecipato al Trofeo Romagna, penultima tappa del "Trofeo Italia" per under 15, a Lugo in provincia di Ravenna. Fatica tuttavia premiata da risultati davvero esaltanti. Per Federico e Nicola l'impegno si presentava già all'inizio proibitivo, ma nonostante questo, entrambi, si sono giocati le loro carte migliori senza timore alcuno. Pur uscendo sconfitti, per l'impegno profuso e la volontà di misurarsi nonostante le difficoltà, hanno così dimostrato di essere in netta crescita, per loro un altro importante passo nella giusta direzione e trasferimento definitivo nel turno agonistico. Nei 50 kg Riccardo, ha mancanto d'un soffio la medaglia, ma nonostante fosse solo alla sua seconda esperienza in questa categoria, si è confermato tra i migliori. Lorenzo fuori di 1 kg decideva di esordire nei 66 kg e proprio in questa categoria, dove già da tempo Alberto domina, i ragazzi guidati da Alessandro e Stefano, hanno ottenuto il risultato migliore. Risalendo entrambi il tabellone a suon di ippon, infatti, sono arrivati alle fine a contendersi la medaglia d'oro in una finale tutta trevigiana. Alberto, al termine di un incontro a dire il vero non molto combattuto, conquistando l'ennesimo oro, ha ottenuto anche matematicamente il Trofeo Italia, e a questo punto, per i suoi insegnanti sognare la rivincita del match di Domenica, in un altro contesto, certamente non è proibito. Tra i cadetti Gianluca si è confermato judoka strepitoso, dalle potenzialità veramente enormi, capace di mettere in difficoltà anche atleti del calibro di Novero, già più volte campione italiano, per lui alla fine un meritatissimo bronzo. Infine Simone anche lui dopo 4 incontri terzo, certamente superiore ai suoi avversari e per questo giustamente deluso. Simone ancora una volta è rimasto vittima dei suoi ormai memorabili "passaggi a vuoto", ma ha anche mostrato quella solidità che a Febbraio lo ha portato a conquistare l'argento ai Campionati Italiani. Più varietà, più fantasia, più serenità e anche il prossimo anno tra gli juniores potrà dire la sua. Ma Domenica è stato anche il giorno dell'esordio di un nutrito gruppo di giovanissimi, che assieme agli under 13 hanno partecipato al "Criterium Provinciale". Lo squadrone trevigiano, ben 23 partecipanti, alla fine, il più numeroso della manifestazione, era seguito da Cristina e, in veste insolita, da Francesco e Martina. Risultato finale...un successo come sempre. La mattinata a Miane in prov. di Treviso, si è poi conclusa tra l'euforia generale a mangiar castagne. Grandissimi!!!

10/10/2007
Domenica 7 Ottobre è ripartita ufficialmente la stagione agonistica per gli atleti trevigiani. Ben 16 i judoka impegnati e 2 gli accompagnatori. Se a Spilimbergo per esordienti e cadetti seguiti da Stefano, in palio c'era il successo in uno dei classici trofei di inzio stagione, per gli atleti seniores al seguito di Alessandro, a Dueville, in palio c'era la qualificazione ai Campionati Italiani Assoluti. Nella categoria 90 kg Matteo non ha avuto problemi a superare i suoi avversari, anche se in finale, a qualificazione raggiunta, ha dovuto faticare un po', per aggiudicarsi il primato, nei 73 kg Mattia, in dubbio fino all'ultimo momento, in quanto poco allenato visti gli innumerevoli impegni lavorativi, disputando una gara ordinata, ha ottenuto agevolmente la qualificazione mettendosi alla fine il bronzo al collo. Vero rammarico, invece, nei 66 kg dove con un quanto mai malinconico incontro fratricida, Francesco e Roger, hanno dovuto contendersi l'unico posto disponobile per Monza, e alla fine di un combattimento tiratissimo, l'ha spuntata Roger. Peccato quindi per Francesco e peccato anche per Cristina, ma per lei è un discorso a parte, in quanto arrivata a Dueville, decisamente priva di valide motivazioni. Di contorno alle qualificazioni, quest'anno, tra l'altro, con una scarsissima partecipazione, tale da far riflettere il comitato organizzatore, Martina era la nostra unica rappresentante nel Gran Premio 1° dan (ovvero quel circuito di gare che assegna punteggio valido all'ottenimento della cintura nera). Per lei un altro successo e altri punti che l'avvicinano all'ambito obiettivo. Nel Trofeo città del Mosaico esordienti e cadetti sono apparsi un po' sottotono, nonostante i buoni piazzamenti. Oro per Alberto, bronzo per Riccardo e Lorenzo M., ancora all'asciutto Federico e Lorenzo C., una vittoria a testa invece per Nicola e Luca, per questi ultimi 4 tuttavia la strada è tutta in salita, ma la loro buona volontà certamente li aiuterà. Tra i cadetti argento per Simone e bronzo per Gianluca, vincitore nella finalina su Nicola giunto quindi quinto.

23/09/2007
Aggiornati gli orari dei corsi per la stagione sportiva 2007/2008.

23/09/2007
Dal Judo Treviso i più vivi complimenti allo staff e agli atleti della nazionale italiana che a Rio de Janeiro hanno brillato conquistando due bronzi con l'intramontabile Ylenia Scapin tornata alla categoria 70 kg e con Roberto Meloni nei 90 kg, ma che soprattutto hanno ottenuto ben sei pass olimpici, tra i quali spicca quello di Giuseppe Maddaloni già vincitore nell'edizione del 2000 a Sidney, senza dimenticare Giovanni Casale 66 kg, Giulia Quintavalle 57 kg e Lucia Morico 78 kg.

19/09/2007
Aggiunto nel menù laterale la sezione articoli. All'interno troverete una selezione di notizie tratte da giornali riguardani lo sport e il judo in particolare.

07/09/2007
Solo per i soci: all'interno dell'area riservata troverete il programma tecnico da cintura bianca a nera completamente riscritto in formato A4. Vi ricordiamo che la password si può richiedere in segreteria o, se vi fate riconoscere, direttamente a questo indirizzo mail: judo.treviso@libero.it

03/09/2007
E' ufficialmente ripartita l'attività sportiva del Judo Treviso. A dire il vero per qualcuno non è mai finita. Tutti operativi nel mese di Luglio con Giovanni e Alberto anche a dare una mano ai loro coetanei della nazionale in ritiro a Lignano prima degli EYOF di Belgrado, dove, come già negli europei di Malta, qualche settimana prima, i giovani atleti azzurri hanno ben figurato. Ancora protagonisti poi Giovanni e Alberto, questa volta assieme a Gianluca, Lorenzo e Nicola allo stage di fine Agosto che ormai già da tre anni la Federazione organizza a Lignano. Per loro cinque una eccezionale occasione per misurarsi con i più forti avversari e per seguire i suggerimenti dei migliori insegnanti tecnici in circolazione. Ma anche la vecchia guardia si è rimessa in moto con un po' d'anticipo rispetto alle date ufficiali. Per gli junior e senior, le prossime saranno settimane impegnative, infatti già dal 7 Ottobre sarà vero judo con le qualificazioni ai Campionati Assoluti.